Ancora maxi-risse tra minorenni. La polizia è intervenuta oggi a Venezia e (di nuovo) al Pincio

di Redazione

Di nuovo una rissa a Roma e di nuovo tra gruppi di minorenni. Oggi, domenica 12 dicembre, verso le 13 due giovani si sono dati appuntamento vicino a Villa Borghese, a poca distanza da dove è avvenuta la maxi rissa del Pincio che è finita sui social lo scorso fine settimana. Le dinamiche sembrano le stesse: due gruppi di ragazzi si incontrano per risolvere vecchi contrasti, la voce gira sui social e alla fine si trovano insieme decine di persone.


Al momento non sono chiari i legami tra la rissa di oggi e quella della scorsa settimana. La polizia ha fermato nel pomeriggio dieci minorenni che ha poi affidato alle loro famiglie. E non sono chiari nemmeno i collegamenti tra questa rissa e il cadavere di un ragazzo di 20 anni, trovato sempre questo pomeriggio sotto il cavalcavia del Pincio. Sulla vicenda è intervenuta anche la sindaca Virginia Raggi: «Ancora una rissa a Villa Borghese. Dieci ragazzi sono stati fermati. Ancora una volta queste violenze offendono cittadini che stanno facendo sacrifici in questo momento delicato. Sono episodi vergognosi, mi auguro non accadano mai più. Ringrazio Prefettura, Questura e forze ordine».

Nella giornata di oggi è stata registrata anche un’altra rissa, questa volta a Venezia, in campo Bella Vienna, alle spalle di Rialto. Qui circa 40 adolescenti si sono incontrati per picchiarsi in uno dei luoghi più importanti per la vita notturno, coprifuoco o no. Dalle prima ricostruzioni sembra che molti dei partecipanti fossero ubriachi.

Foto di copertina: Un’immagine della rissa di sabato 5 dicembre

Leggi anche:

Redazione