Coronavirus in Veneto, 3.357 nuovi positivi e 116 morti. Zaia presenta il piano vaccinale con Palù – Il video

di Redazione

Sale l’incidenza dei casi sui tamponi. I ricoverati sono 3.269, di cui 381 in terapia intensiva (+2) e 2.888 in area non critica (-19). Per i cittadini vaccinazione a chiamata, con l’indicazione di dove andare e con quale ordine

In Veneto si contano 3.357 nuovi positivi al Coronavirus e 116 morti nelle ultime 24 ore. L’incidenza dei casi comunicata dalla Regione nel bollettino del 23 dicembre è del 6,74% (ieri era del 5,14%; nel calcolo rientrano sia i tamponi molecolari sia quelli rapidi, mentre l’Istituto superiore di sanità considera solo i primi, ndr). Il totale dei contagiati dall’inizio dell’epidemia tocca così quota 225.945, quello dei decessi arriva a 5.747. I ricoverati attuali sono 3.269, di cui 381 in terapia intensiva (+2) e 2.888 in area non critica (-19). Il governatore Luca Zaia ha presentato in diretta su Facebook, con il professor Giorgio Palù, il piano vaccinale regionale.



La campagna partirà il 27 dicembre, con la somministrazione di 875 dosi che saranno distribuite nelle varie aziende sanitarie locali. Il 90% del personale delle strutture ospedaliere e delle Rsa si è dichiarato disponibile a vaccinarsi. Si partirà dagli operatori sanitari anagraficamente più anziani. Mentre per i cittadini si procederà a chiamata, con l’indicazione di dove andare e con quale ordine. «Sia il vaccino della Pfizer, sia quello di Moderna garantiscono un’ immunità sterilizzante», ha detto Palù, consulente della Regione Veneto e presidente dell’Aifa. Secondo il virologo ci sarebbe un «allarme eccessivo» rispetto all’ultima variante del virus. Una variante, peraltro, che ormai risulta diffusa «in Inghilterra, Sudafrica, Olanda, Danimarca e anche in Italia». Per Palù, infine, i dati iniziali del vaccino «indicano che è valido anche per questa nuova variante».

Video: Facebook / Luca Zaia

Leggi anche: