Coronavirus, allarme in Sudafrica per una nuova variante Covid: sale la pressione sulle terapie intensive. Negli Usa Trump sblocca il piano anti-Covid da 900 miliardi di dollari

di Redazione

Sale la pressione sugli ospedali nella capitale Johannesburg in Sudafrica, dove una nuova variante del Covid più contagiosa è diventata dominante rispetto alle precedenti versioni finora note. Negli Usa, dopo le pressioni bipartisan dal Congresso, è arrivato il via libera dalla Casa Bianca al piano di aiuti per famiglie e piccole imprese colpite dalla pandemia

Sudafrica

EPA/KIM LUDBROOK | Persone con la mascherina in attesa fuori da un centro per il programma alimentare a Johannesburg, in Sudafrica

Preoccupa la diffusione della nuova variante del Covid scoperta in Sudafrica, successiva a quella rilevata nel Regno Unito, dove i nuovi casi hanno superato la quota di 1 milione dall’inizio della pandemia. Come riporta il Guardian, la nuova variante 501.V2 individuata in Sudafrica si sarebbe rivelata presto più contagiosa, diventando dominante in diverse aree del Paese.


Il presidente Cyril Ramaphosa ha convocato una riunione di emergenza della task force sul Coronavirus per introdurre nuove misure restrittive. All’Associated press l’infettivologo Richard Lessells ha confermato: «Abbiamo visto la nuova variante diffondersi rapidamente», spiegando che l’analisi genetica ha mostrato quanto la variante sia diventata dominante nelle province costiere di Western Cape, Eastern Cape e KwaZulu-Natal. Non è ancora chiaro se lo stesso fenomeno stia avvenendo anche nella provincia Guateng, la più popolosa del Paese che comprende la capitale Johannesburg.

Ma i primi segnali arrivano dalla pressione sugli ospedali: «Quanto le persone tornano dalle vacanze nelle zone costiere, possiamo aspettarci che portino con sè la variante – ha detto Lessells – Il numero di pazienti che cercano cure nei nostri ospedali ha superato quello del primo picco e la maggior parte dei reparti di terapia intensiva sta operando a pieno regime».

Usa

EPA/Chris Kleponis | Il presidente americano Donald Trump con la first lady Melania

È arrivata a sorpresa la firma del presidente Usa Donald Trump per la ratifica del piano di aiuti anti-Covid da 900 miliardi di dollari, oltre che quella per la legge sul finanziamento dello Stato federale. Fino all’ultimo Trump sembrava intenzionato a far deragliare il piano anti-Covid, andando allo scontro sia con i democratici che con i repubblicani al Congresso che avevano previsto un disegno di legge per sostenere famiglie e piccole imprese con bonus a partire da 600 dollari a persona. La ratifica di Trump è arrivata non solo sotto la pressione politica dei vertici dei due partiti, ma anche dopo la scadenza di due programmi per la disoccupazione, che garantiscono sussidi per milioni di americani.

Leggi anche:

Redazione