Coronavirus, in Veneto 106 decessi nelle ultime 24 ore. Zaia: «La terza ondata? Pericolo imminente» – Il video

di Redazione

Il presidente della Regione dopo il passaggio in zona arancione: «Ne prendiamo atto, accettiamo le decisioni dell’Istituto superiore di sanità»

In Veneto si contano 3.388 nuovi positivi al Coronavirus e 106 decessi nelle ultime 24 ore. L’incidenza dei casi comunicata dalla Regione nel bollettino dell’8 gennaio 2021 è del 6,74%. Nel calcolo rientrano sia i tamponi molecolari, sia quelli rapidi (per un totale di tamponi effettuati pari a 50.235), mentre l’Istituto superiore di sanità (Iss) considera solo i primi a livello nazionale. Il totale dei contagiati dall’inizio dell’epidemia tocca così quota 280.719, quello dei decessi arriva a 7.263. I ricoverati attuali sono 3.345 (-22), di cui 387 in terapia intensiva (-2) e 2.958 in area non critica (-20). In conferenza stampa il governatore Luca Zaia ha dichiarato: «Ci hanno detto che c’è un pericolo imminente di una terza ondata, ci rimettiamo alle valutazioni dell’Iss per la fascia di rischio. Non penso che andremo in zona rossa, ma non vi so dire se saremo gialli o arancioni. Dobbiamo attendere».


Poi, quando nel pomeriggio è diventato ufficiale il passaggio del Veneto in zona arancione, Zaia ha aggiunto: «Come ho sempre sostenuto, la decisione della classificazione in aree deve essere competenza esclusiva dell’autorità scientifica, che per noi è l’Iss. Prendiamo atto di questa nuova classificazione, che arriva in un momento non facile per il Veneto, così come per l’Italia, l’Europa e il mondo. La Germania ha mille morti al giorno e ha prolungato il suo lockdown, l’Inghilterra registra 58 mila casi ogni giorno. Noi siamo due settimane in ritardo rispetto alla terza ondata che sta interessando l’Europa, ma bisogna fare presto con i ristori per le categorie imprenditoriali e commerciali che devono chiudere o che comunque vedranno assottigliarsi il flusso dei clienti. I mancati fatturati vanno compensati al più presto».

Video:
Facebook / Luca Zaia
Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

Leggi anche:

Redazione