Usa, Jake Angeli rifiuta il cibo del carcere. La madre: «Non mangia se non è biologico. Sta soffrendo»

La donna ha parlato con Abc15: «Sono state fotografate tante altre persone ma il modo in cui era vestito ha attirato di più l’attenzione su di lui»

Non risponde al giudice e si rifiuta di mangiare. Jacob Chansley, conosciuto con il nome di Jake Angeli è noto alle cronache per aver fatto irruzione nel Congresso di Capitol Hill durante le proteste vestito da sciamano. Lo scorso 10 gennaio è stato arrestato. Oggi, 12 gennaio, ha partecipato alla sua prima udienza ma si è rifiutato di rispondere alle domande dei giudici. Secondo quanto affermato da sua madre Martha all’Abc15 – testata dell’Arizona, di cui è originario – in questi giorni Chansley non ha toccato cibo, perché la prigione non gli fornisce «organic food», cibo biologico.


«Se non mangia cibo biologico sta molto male, fisicamente», ha detto la signora. Chansley è sotto accusa per la sua partecipazione alle proteste dell’Epifania organizzate dai gruppi pro-Trump, durante le quali sono rimaste uccise 5 persone compreso un agente della Capitol Police. L’interrogatorio lampo si è svolto via telefono perché il detenuto è attualmente in quarantena a causa delle misure restrittive imposte dalla pandemia da Coronavirus.

«Non mi sarei mai aspettata nulla di simile», ha raccontato la madre a Fox News. «Era andato a Washington per manifestare come tanti altri a favore di Trump. Lui è un grande patriota. E il Congresso non è forse la casa del popolo?». La donna ha comunque sottolineato di prendere le distanze dagli episodi di violenza e vandalismo ma l’attenzione mediatica su suo figlio è stata, a parer suo, sproporzionata: «Sono state fotografate tante altre persone – ha detto – ma il modo in cui era vestito ha attirato di più l’attenzione su di lui».

Leggi anche: