Vaccini, in Friuli-Venezia Giulia finite le dosi: e dal 19 gennaio verranno inoculati solo i richiami

La decisione in seguito alla comunicazione di Pfizer sulla riduzione delle dosi di vaccini in arrivo

La decisione di Pfizer di consegnare il 29 per cento in meno di dosi dei vaccini nelle prossime settimane, rischia di rallentare o addirittura di bloccare la campagna vaccinale in Italia. L’allarme è già arrivato dalla Liguria e dalla Sicilia: i vaccini anti-Covid stanno finendo. In Friuli-Venezia Giulia, invece, stando al vicegovernatore con delega alla Salute, Riccardo Riccardi, la situazione sarebbe anche peggiore.


Dal 19 gennaio, infatti, «proseguirà il piano di vaccinazione solo per chi ha in programma la somministrazione della seconda dose, mentre verranno posticipate le vaccinazioni di chi si sottopone per la prima volta finché non vi sarà garanzia sui flussi di consegna dei vaccini». Dunque, chi è in agenda per la prima somministrazione da martedì 19 gennaio, circa 3.000 persone, «verrà ricontattato». Quando, non si sa. Nel frattempo a livello nazionale sale a quota 1.147.373 il totale di vaccinazioni effettuato in tutta Italia: 718.374 donne e 428.999 uomini.


Foto in copertina: EPA/ANGEL MEDINA

Leggi anche: