Bassetti risponde a Galli: «Ha il reparto invaso dalle varianti? Chieda il lockdown, ma per Milano»

«Se succedesse in Liguria andrei dal presidente della Regione e gli chiederei di limitare la circolazione del virus»

«Se c’è un reparto a Milano pieno di varianti del Covid, c’è bisogno di una zona rossa immediatamente a Milano». Risponde così, al vetriolo, l’infettivologo genovese Matteo Bassetti all’allarme lanciato dal professor Massimo Galli, che ieri aveva raccontato di avere il suo reparto all’ospedale Sanno a Milano «nuovamente invaso» e invocato il lockdown per fronteggiare la situazione. Galli ha anche aggiunto oggi che la variante scoperta in Inghilterra viene registrata in un paziente su tre.


«Ho sentito dire che c’è un reparto a Milano pieno di varianti del Covid, quel reparto deve chiedere alla Regione Lombardia di fare immediatamente una zona non rossa, bordò, deve far chiudere le scuole e usare mascherine FFP2», replica oggi Bassetti su La7. «Faccio parte della task force della Regione Liguria, se succedesse qui, andrei dal presidente della Regione Giovanni Toti e gli chiederei di limitare la circolazione del virus». Niente serrata in tutta Italia, per l’infettivologo. La risposta dovrebbe essere piuttosto «intervenire in modo settoriale dove le cose non vanno».

In copertina ANSA/Luca Zennaro | L’infettivologo Matteo Bassetti durante il suo intervento al Forum Ambrosetti dedicato alla Liguria, Genova, 14 Luglio 2020.

Leggi anche: