Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Coronavirus. Renato Zero si vaccina e parte la teoria del complotto: «Togli il tappo della siringa!»

Le vaccinazioni dei vip contro la Covid19 vengono spesso viste come “finzioni per amor di propaganda”. Oggi è toccato al cantante, che «il complottone no, non l’aveva considerato»

Renato Zero si è vaccinato contro la Covid19 e lo annuncia via Facebook pubblicando la foto dell’iniezione. «Il paziente Zero vuole cantare per voi ancora per tanto tempo! E che voi, possiate venire ad ascoltarmi per tanto tanto tempo ancora. Viva il vaccino! Viva la vita!!!» scrive il cantante, ma secondo molti utenti sarebbe tutto finto perché nella foto si vedrebbe ancora il tappo della siringa. L’ennesima teoria del complotto sul tema vaccini.

Non è la prima volta che certi utenti cercano negli scatti fatti dai vip una sorta di messinscena per amor di propaganda ai danni dei cittadini, tipica dei NoVax. Si fa presto a suggerire a Renato Zero di intonare una nuova versione del Triangolo con un bel «Il complottone no, non l’avevo considerato».

Per chi ha fretta

  • Quello in giallo è la base dell’ago, non il tappo.
  • Il divanetto azzurro e il tipo di siringa con la base gialla vengono utilizzati presso l’hub dell’Auditorium di Roma.

Analisi

Tra i commenti presenti nel post Facebook di Renato Zero non mancano gli utenti convinti del tappo (123):

C’è chi accusa il cantante di essere un «venduto» facendo collegamento con il tema dell’immigrazione e altro ancora, come l’utente Silvana:

NON SE NE SALVA UNO !! Anche Renato Zero un VENDUTO ! Sono gli stessi che dicevano di accogliere in casa propria i pseudoProfughi IN CASA TUA NON SUA ! Adesso dicono di farci il vaccino SULLA TUA PELLE NON SULA LORO ! LA SIRINGA HA IL TAPPO… SAPPIATELO !!

Facendo una rapida ricerca su Twitter troviamo qualche tweet in cui si sostiene la teoria, ironizzando sul presunto accaduto:

Renato Zero si vaccina: ‘Voglio cantare ancora’ La nuova moda è la vaccinazione con tappo. È indolore, salutare e non crea effetti collaterali. #25marzo #Covid_19

Ogni centro vaccinale utilizza un tipo di siringa diverso, a seconda del fornitore, che non viene fornito insieme ai flaconcini contenenti il prodotto da iniettare. Abbiamo già visto altri casi di teorie di complotto che sfruttano proprio queste differenze, cercando online avremmo trovato facilmente anche alcune fotografie come quella scattata presso il Vélodrome de Saint-Quentin-en-Yvelines vicino a Parigi il 24 marzo 2021 (foto Ansa):

Renato Zero, pseudonimo di Renato Fiacchini, è nato a Roma nel 1950 e si sarebbe vaccinato proprio nella Regione Lazio, dove da sabato 20 marzo 2021 la prenotazione online è stata estesa anche a coloro che sono nati nel 1950. Cercando alcune foto dall’archivio Ansa troviamo quelle scattate nei centri vaccinali laziali dove vengono usate proprio quelle siringhe con la base gialla. Ecco uno scatto di una siringa utilizzata presso l’hub dell’Auditorium Parco della Musica a Roma:

Il divanetto azzurro ritratto nella foto del cantante è lo stesso utilizzato proprio nell’hub del centro vaccinale presso l’auditorium romano (come riportato da Romareport.it):

Per i più nerd, è possibile effettuare qualche analisi anche superficiale della foto dove a siringa, nonostante sia sfuocata, non presenta alcun tappo: nel caso fosse presente si sarebbe riscontrato facilmente.

Conclusioni

Il cantante Renato Zero si è sottoposto alla vaccinazione presso l’hub romano dove sono presenti il tipo di divanetto e le siringhe aventi la base dell’ago di color giallo, scambiato come tappo da parte di alcuni utenti che credono alla teoria della finta iniezione.

Continua a leggere su Open

Leggi anche: