Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

L’inno degli Europei è copiato da Ringo Starr dei Pinguini Tattici Nucleari? Il confronto tra le due canzoni

Il brano utilizzato per il campionato che si sta disputando in questi giorni, vede la collaborazione di Bono Vox, The Edge e Martin Garrix

Dopo le puntuali accuse di plagio che si scatenano ad ogni nuova edizione del Festival di Sanremo, stavolta è un brano di Sanremo ad essere stato presumibilmente plagiato. Secondo i musicofili del web, We are the People, il brano utilizzato come inno ufficiale per gli Europei, e che vede la collaborazione tra Bono Vox, The Edge e Martin Garrix, è già stato sentito da quella parte. Per molti, il ritornello della canzone è troppo simile a quello di Ringo Starr, singolo con il quale il gruppo si è presentato in gara a Sanremo 2020. «Chiamatemi l’Al Bano di Albino», ha scritto in un post Riccardo Zanotti, voce della band bergamasca, che l’ha presa a ridere, spiazzando tutti con una battuta, senza così alimentare le polemiche.


I brani

Prima partecipazione a Sanremo e terzo posto in classifica per i Pinguini Tattici Nucleari che con il brano Ringo Starr, presentato il 6 febbraio 2020, hanno ufficialmente guadagnato la ribalta nella scena pop della musica italiana. Il brano, ricco di citazioni, è un omaggio al batterista dei Beatles, e a tutti quelli che “in un mondo di John e di Paul” preferiscono rimanere invece in disparte. Il videoclip omaggia il film Ritorno al futuro: costumi e grafiche riproducono fedelmente le atmosfere del film icona degli anni 80. We are the People, invece, è il brano ufficiale degli Europei di calcio 2021. A scriverla è stato Martin Garrix che ha poi coinvolto nel suo progetto il cantante degli U2, Bono e il chitarrista della band The Edge. L’inno è stato suonato durante la cerimonia inaugurale del campionato.


Leggi anche: