Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Berlusconi vuole il vaccino obbligatorio per i prof (Salvini è contrario) – Il video

Il Cav alla Festa della Lega intervistato da Bruno Vespa manda segnali di pace a Giorgia Meloni e incorona il Capitano leader

Il presidente di Forza Italia Silvio Berlusconi vuole il vaccino obbligatorio contro Covid-19 per professori e medici. E lo dice alla Festa della Lega di Milano Marittima mentre viene intervistato da Bruno Vespa e subito dopo che Matteo Salvini aveva detto no all’obbligo durante il suo intervento a In Onda su La7. Il Cavaliere si presenta in collegamento telefonico ed esordisce ricordando l’alleanza con il Carroccio: «Mi spiace di non poter essere con voi in un luogo dove ho lavorato molte estati. Con la Lega ho un rapporto quasi trentennale, abbiamo fatto grandi cose in dieci anni al governo, abbiamo insieme reso l’Italia più moderna. Senza di noi l’Italia non avrebbe l’alta velocità». Poi lancia segnali di pace a Giorgia Meloni: «Il centrodestra è unico, con Meloni condividiamo tutti i nostri valori fondamentali, con gli alleati non dobbiamo stare a vedere cose minori…». Dandole poi ragione sulla Rai: «Sulla presidenza della vigilanza dobbiamo rimediare a uno sgarbo».


Poi il leader di Forza Italia dedica parole di miele anche al padrone di casa: «Con Salvini ho un rapporto assolutamente affettuoso e onesto, ci confrontiamo e collaboriamo benissimo». Il Capitano risponde rilanciando sulla federazione di centrodestra e ancora Silvio torna ad applaudirlo: «La sua leadership è più forte da quando ci rappresenta tutti». E ancora: «Torneremo al governo di un centrodestra unitario di cui Fi e Lega saranno il cuore pulsante. Se non ci fossero differenze saremmo un unico partito. Non sarà un consigliere Rai a far venire meno la nostra unità». Poi il Cav dice la sua sul Green Pass: «Non si può imporre alle persone di vaccinarsi, naturalmente, ma è giusto che chi sceglie di non vaccinarsi rispetti la libertà degli altri di non essere contagiati. Per questo noi siamo favorevoli al Green Pass, che è uno strumento che consente a tante attività, a partire da quelle del turismo e della ristorazione, di tenere aperto e di lavorare in condizioni di sicurezza e di serenità».


L’intervento di Berlusconi alla Festa della Lega di Milano Marittima

Ma sull’argomento Berlusconi non ha voglia di litigare e si vede: «Il Green pass è uno strumento e sull’efficacia dei singoli strumenti si può discutere e si possono anche avere opinioni differenti, che io naturalmente rispetto. Del resto se fossimo d’accordo su tutto saremmo già da tempo lo stesso partito. Un percorso che come sapete io auspico ma che va costruito con pazienza guardando il futuro». Poi arriva la domanda di Vespa: «Lei è d’accordo con l’obbligo di vaccinazione per insegnanti e medici?». E lui risponde: «Io sono assolutamente favorevole all’obbligo di vaccinazione». Poco prima Salvini su La7 aveva detto il contrario: «Non mi interessa se la maestra di mia figlia sarà vaccinata o meno. Il tasso di mortalità dei ragazzi sotto i 20 anni è pari a zero, lo dice la scienza». Per Salvini «l’obbligo di vaccinazione per il personale scolastico è un problema che non esiste». E questo perché «l’85% è vaccinato e a settembre si arriverà al 90%».

Continua a leggere su Open

Leggi anche: