Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Sondaggio Pagnoncelli, Green pass obbligatorio? Favorevole anche la maggior parte degli elettori di Salvini e Meloni – Il sondaggio

Secondo il sondaggio di Pagnoncelli il 58% dei leghisti e il 55% dei meloniani sono «molto» o «abbastanza favorevoli» al provvedimento. Bocciate anche le manifestazioni in piazza

Se negli ultimi giorni si è assistito a manifestazioni in piazza con alcuni esponenti del Carroccio e occupazioni di protesta a Montecitorio contro l’uso del Green Pass, secondo quanto rilevato dal sondaggio di Nando Pagnoncelli sul Corriere della Sera, l’opinione degli elettori dei due partiti sarebbe ben diversa. Il 58% degli elettori della Lega e il 55% degli elettori di Fratelli d’Italia si dicono «molto» o «abbastanza favorevoli» all’obbligo del Green Pass, la certificazione verde digitale introdotta nell’ultimo decreto Covid e necessaria per accedere a svariati servizi o attività, tra cui l’accesso alle sale chiuse di ristoranti e bar, teatri, cinema, palestre, e per assistere e partecipare a manifestazioni sportive, culturali e concorsuali.


© Corriere della Sera / Sondaggio sull’uso del Green pass

Perché gli italiani sono favorevoli

«Il Green pass – osserva Pagnoncelli – ottiene il consenso di due italiani su tre: infatti il 39% si dichiara molto favorevole e il 27% lo è abbastanza; uno su quattro è piuttosto (12%) o molto (12%) contrario e il 10% sospende il giudizio. I favorevoli prevalgono tra tutti i segmenti sociali e tra gli elettorati di tutti i partiti, sia pure con una quota di oppositori e di persone che non si esprimono che varia in relazione all’età (aumenta al crescere dell’età), del livello di istruzione (è più elevata tra le persone meno istruite), situazione economica (aumenta tra i ceti meno abbienti) e condizione professionale (soprattutto tra commercianti e artigiani, disoccupati e lavoratori precari)». 


Bocciate le manifestazioni in piazza di protesta, anche dai sostenitori di Lega e FdI

Tra i contrari, invece, il 10% sostiene che «il provvedimento rappresenti una grave violazione della libertà individuale», mentre il 10% sostiene che il Green pass rappresenti «un danno per le attività economiche». Un 8% ritiene invece che la misura sia «inutile per contenere i contagi e potenzialmente dannoso per chi si sentirà costretto a vaccinarsi, pur considerandolo un rischio per la propria salute». E cosa ne pensano gli elettori delle manifestazioni di protesta contro la misura? Complessivamente – osserva Pagnoncelli – «queste manifestazioni sono condivise dal 24% degli italiani (40% tra gli elettori di Fratelli d’Italia di Giorgia Meloni, 31% tra i leghisti di Matteo Salvini e 33% tra gli altri elettori di centrodestra), mentre la maggioranza assoluta (58%) le ha considerate sbagliate».

Foto in copertina: ANSA/ETTORE FERRARI

Continua a leggere su Open

Leggi anche: