Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Covid, aumenta la pressione sulle terapie intensive in Sardegna. La Sicilia tocca il 20% in area medica

Per la Sicilia si confermano i parametri da zona gialla. Peggiora la Calabria. I dati del monitoraggio Agenas

Resta elevata la pressione sugli ospedali in Sicilia e Sardegna a causa dei ricoveri per Coronavirus. La Sicilia presenta parametri da zona gialla, e anche la Sardegna è a rischio declassamento. I dati di Agenas vedono un peggioramento rispetto a ieri. Il tasso di occupazione sale al 12% (+1%) per la Sardegna che resta al 14% per l’area medica ma sempre vicina alla soglia massima del 15%. Per la Sicilia tutti e due i parametri vanno oltre i limiti previsti, con le terapie intensive che restano all’11% e le aree mediche che salgono al 20% (+1%). Peggiora la Calabria con le rianimazioni al 7% (+1%) mentre resta al 15% il dato dei reparti di area medica. L’Italia è stabile al 6% per le intensive e al 7% per i reparti. I dati sono riportati nel consueto monitoraggio quotidiano dell’Agenas riferito a oggi 25 agosto.


Leggi anche: