I tamponi gratuiti per i poliziotti che non vogliono vaccinarsi a Brescia (offerti da un imprenditore)

L’annuncio del sindacato Usip: all’esterno della Questura un camper per il test Pcr

Per i poliziotti di Brescia che non vogliono vaccinarsi arrivano i tamponi gratuiti. Da questa mattina all’esterno della Questura di Brescia sarà presente un camper con personale medico e paramedico qualificato per permettere a tutti i poliziotti non vaccinati di poter effettuare un test Pcr gratuito. «Tampone idoneo all’ottenimento del green pass nelle 48 ore permettendo ai poliziotti di prestare servizio in totale rispetto delle norme vigenti, ma senza alcun personale esborso di denaro», spiega il Sindacato di Polizia Usip, Unione Sindacale Italiana Poliziotti. I tamponi sono messi a disposizione da un imprenditore bresciano. L’opzione, ricorda oggi Il Giorno, è offerta dalla normativa in vigore. I numeri dicono che ci sono ancora 15 mila poliziotti e 16 mila carabinieri senza vaccino. E questo nonostante il ministero abbia ricordato che tra le forze dell’ordine i contagi sono triplicati. La polizia di Stato, con circa 95 mila agenti, ha il 20 per cento di poliziotti che non si è voluto sottoporre al vaccino anti Coronavirus. Nei carabinieri, oltre 107 mila unità, invece, si sono vaccinati oltre l’85 per cento con tutte o due o comunque almeno con la prima dose. Marina e Aeronautica, poco meno di 40 mila militari ciascuno, sono all’80 per cento (considerando, anche in questo caso, sia il ciclo vaccinale completo che la prima dose). Il peggiore? L’Esercito che, con 90 mila militari effettivi, ha avuto un’adesione al 75 per cento.

Leggi anche: