Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Salvini: «Non sono abituato a godere delle disgrazie altrui. Spero che Lucano possa dimostrare la sua innocenza» – Il video

«L’ex sindaco di Riace si è preso 13 anni perché era buono, faceva sbarcare la gente, io ne rischio 15 perché ho bloccato uno sbarco», dice il leader del Carroccio

«Io non sono abituato a godere delle disgrazie altrui. Anzi, mi spiace quando un avversario politico ha un problema. Se ieri il sindaco campione del buonismo e dell’accoglienza è stato condannato a 13 anni di carcere per un reato odioso come associazione a delinquere finalizzata allo sfruttamento dell’immigrazione clandestina, non da Salvini, ma da un Tribunale della Repubblica, io mi sento un po’ meno solo». Nel corso dell’evento di chiusura della campagna elettorale a Roma a sostegno del candidato sindaco del centrodestra Enrico Michetti, il segretario della Lega Matteo Salvini torna all’attacco, commentando la condanna in primo grado a 13 anni e 2 mesi di reclusione per favoreggiamento all’immigrazione clandestina inflitta a Mimmo Lucano, l’ex sindaco di Riace. «Spero che Lucano possa dimostrare la sua innocenza in Appello – tuona Salvini -perché io gli avversari li voglio battere sul campo, e quindi spero venga assolto».


«Lucano si è preso 13 anni perché era buono, faceva sbarcare la gente ed Enrico Letta gli ha espresso solidarietà, io ne rischio 15 perché ho bloccato uno sbarco»

E il leader del Carroccio incalza: «Quando denunciavo che l’immigrazione clandestina è un business da miliardi di euro, quando sostenevo che a sinistra qualcuno voleva gli sbarchi, non perché generoso ma perché ci guadagnava milioni di euro, da ieri, questo, non è più un dubbio di Matteo Salvini, ma la sentenza di primo grado di un Tribunale della Repubblica italiana». «Spero che in appello Mimmo Lucano possa dimostrare la sua innocenza in Appello, perché io gli avversari li voglio battere sul campo, e quindi spero venga assolto, così come spero non abbiano mai problemi il figlio di Grillo o i genitori di Renzi, perché non sto lì a fare il guardone dei problemi in casa altrui», riferendosi implicitamente al caso Morisi. E infine Salvini chiosa: «Lucano si è preso 13 anni perché era buono, faceva sbarcare la gente ed Enrico Letta gli ha espresso solidarietà, io ne rischio 15 perché ho bloccato uno sbarco». 


Foto in copertina: ANSA/MASSIMO PERCOSSI
Video: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

Continua a leggere su Open

Leggi anche: