Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

«It’s coming Rome»: l’omaggio degli studenti della Sapienza a Giorgio Parisi dopo la vittoria del Nobel – Il video

Lo striscione è stato appeso a un balcone dell’ateneo romano, dove il vicepresidente dell’Accademia dei Lincei è professore emerito

«It’s coming Rome! Congratulazioni Giorgio!». Il leitmotiv della formidabile annata dello sport italiano si insinua anche nei festeggiamenti per la vittoria del Nobel per la Fisica, assegnato oggi al professore emerito dell’Università La Sapienza di Roma e vicepresidente dell’Accademia dei Lincei, Giorgio Parisi. Dopo l’annuncio della vittoria, arrivata grazie alla scoperta della reciproca influenza tra disordine e fluttuazioni nei sistemi fisici dalla scala atomica a quella planetaria, gli studenti del dipartimento di Fisica dell’ateneo romano, travolti dall’entusiasmo, hanno voluto omaggiare il loro professore con uno striscione che hanno appeso sul balcone della Sapienza. Un’esultanza da stadio, proprio come quelle per le vittorie a Euro 2020 e alle Olimpiadi di Tokyo 2020.


Il ritornello è lo stesso, ormai divenuto sigillo di ogni vittoria italiana nel mondo, non solo nello sport: «It’s coming Rome». La frase è stata pubblicata come titolo di prima pagina dal giornale scozzese The National per prendere in giro i cugini inglesi all’indomani della sconfitta in finale contro l’Italia di Roberto Mancini. Lo sfottò scozzese è arrivato dopo giorni in cui gli inglesi, incluso il primo ministro, Boris Johnson, hanno ripetuto incessantemente «It’s coming home, it’s coming home!», certi della vittoria finale nella nazionale dei Tre Leoni. Ma, com’è noto, le cose sono andate diversamente. Direzione Roma. Anche questa volta.


Leggi anche: