Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

G20 di Roma, scattata la prima foto di gruppo: tra i leader anche i sanitari impegnati nella lotta al Covid

Il programma procede con un ritardo di circa 20 minuti sulla tabella di marcia. L’ultimo ad arrivare alla Nuvola è stato il presidente americano Joe Biden

Ieri gli incontri preliminari, oggi l’inizio ufficiale. Il primo giorno del G20 con presidenza italiana è cominciato. Il programma prevede l’approvazione dell’accordo sulla minimum tax, un’aliquota del 15% già votata da 136 Paesi che fanno parte dell’Ocse. A pagarla saranno un centinaio delle più grandi multinazionali del mondo. Secondo i calcoli dell’Ocse questa mossa dovrebbe favorire la ridistribuzione di 125 miliardi di dollari. L’obiettivo sarà attuarla entro il 2023. La conferma, come riporta l’agenzia di stampa Ansa, è arrivata durante una conferenza stampa da un dirigente del governo degli Stati Uniti: «Direi che l’accordo è un testamento per la diplomazia e la leadership Usa». Sempre durante questa conferenza stampa, è stato chiarito che il presidente Usa Joe Biden vorrebbe portare sul tavolo del vertice anche il tema dell’energia: in particolare la necessità di trovare più equilibrio nel mercato del gas e in quello del petrolio


Alla fine del vertice non ci dovrebbero essere nuovi annunci sul fronte vaccini contro il Coronavirus, almeno da parte degli Usa. Le notizie arrivano sempre dal dirigente del governo Usa che ha parlato con la stampa: «La maggiore spinta dello sforzo internazionale per mettere fine alla pandemia non sta viaggiando attraverso il G20 ma attraverso il summit ospitato dal presidente poche settimane fa a margine dell’assemblea generale dell’Onu, con oltre 100 Paesi e più di 100 organizzazioni non governative». L’obiettivo è quello di aggiornare tutto a fine anno: «Il segretario di stato Usa riunirà i ministri degli esteri alla fine dell’anno per un aggiornamento sul nostro progresso collettivo e per mantenere l’urgenza di tagliare il traguardo e cessare la pandemia».


Sessione 1, «Economia e Salute Globale»: focus sulla tassazione minima

La prima parte dei lavori del G20 si è concentrata sul tema della tassazione minima globale. Fonti che seguono il dibattito internamente hanno parlato di «ampio e trasversale sostegno all’accordo raggiunto» e citano, in particolare, il consenso mostrato «dagli Stati Uniti e da Paesi come Brasile, Francia e Corea». Biden, durante i lavori, ha dichiarato: «La comunità internazionale, grazie all’accordo sulla tassazione minima globale, sosterrà le persone facendo in modo che le aziende contribuiscano pagando la loro quota». La presidenza italiana del vertice ha anche proposto l’istituzione di una task force globale per la salute e le finanze, in modo da rendere più efficace il dialogo tra questi due settori della società globale.

Il discorso di apertura di Draghi

«Dear colleagues». In lingua inglese, il presidente del Consiglio italiano si è rivolto ai leader del mondo arrivati a Roma per il G20. «È un piacere darvi il benvenuto qui a Roma», ha esordito, soffermandosi poi sulla gioia di tornare ai summit in presenza: «È splendido vedervi tutti qui, dopo alcuni anni difficili per la comunità globale. Abbiamo affrontato il protezionismo, l’unilateralismo, il nazionalismo. La pandemia ci ha tenuti distanti. Ma non dobbiamo fare errori. Il multilateralismo è la migliore risposta ai problemi che affrontiamo oggi». Le questioni più urgenti sulle quali Draghi ha richiamato l’attenzione sono quelle del contrasto al Covid – «ci sono disparità sconvolgenti nella distribuzione globale dei vaccini» – al cambiamento climatico e alle disuguaglianze.

La foto di gruppo

L’ultimo ad arrivare alla Nuvola dell’Eur – luogo che ospita il vertice – è stato Biden, causando un leggero ritardo sulla tabella di marcia. Un quarto d’ora più tardi dell’orario previsto infatti – alle 11.45 -, è stata scattata la tradizionale foto di gruppo dei partecipanti al G20. A sorpresa, tra i leader mondiali sono stati invitati i protagonisti della lotta al Coronavirus: medici e personale sanitario hanno posato nella cosiddetta foto di famiglia.

Il video dell’arrivo dei leader alla Nuvola

Draghi ha accolto i leader del mondo all’ingresso della Nuvola di Fuskas, il centro congressi dove si è svolta la cerimonia di apertura del summit. Non sono si sono presentati – fisicamente – al G20 il presidente russo Vladimir Putin e il presidente cinese Xi Jinping.

Visita a sorpresa di Johnson al Colosseo

Il premier britannico, che si professa grande amante della storia romana, prima di raggiungere la Nuvola dell’Euro ha fatto una tappa al Colosseo. La moglie, Carrìe Symonds, ha svolto invece un tour dell’Anfiteatro Flavio. Parlando con la stampa, Johnson ha dichiarato: «È incredibile essere qui a Roma perché il governo italiano ha fatto un ottimo lavoro nell’affrontare il tema dei cambiamenti climatici. Ma queste rovine ci ricordano che, a meno che, non si prendano le giuste decisioni si rischia di sprofondare in secoli bui. Questo è il momento in cui il mondo deve unirsi e fare il suo lavoro».

Il calendario di incontri di Mario Draghi

Il presidente del Consiglio italiano, dopo i colloqui di ieri, ha in programma nella giornata del 30 ottobre sei incontri bilaterali. Alle 9.45 il primo, con il primo ministro del Regno Unito Boris Johnson: «Auguri per il tuo G20, l’hai organizzato brillantemente e hai fatto un grande lavoro», si è congratulato con il premier italiano. Alle 14, Mario Draghi ha in agenda un meeting con il presidente turco Recep Tayyip Erdoğan. Alle 14.35, il premier incontra l’omologo canadese Justin Trudeau. Alle 15.35, il bilaterale si tiene con il presidente della Repubblica Democratica del Congo Felix Tshisekedi. Poi è la volta – ore 16.05 – del presidente dell’Indonesia, Joko Widodo e, infine – alle 16.40 – è fissato l’incontro con il primo ministro di Singapore, Lee Hsien Loong.

La protesta del Climate camp

Verso le 8 circa 50 attivisti del Climate camp si sono seduti al centro della carreggiata di via Cristoforo Colombo, vicino alla zona dell’Eur dove si sta svolgendo il vertice. Il traffico nella zona è rimasto bloccato per diversi minuti poi le forze dell’ordine sono intervenute per sgomberare la carreggiata principale.

Leggi anche: