Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Virginia Raggi a Conte: «Di Battista va ascoltato». E chiede il “perdono” per Barbara Lezzi

L’ex sindaca: «Nessun contrasto tra me e Giuseppe, lo sento spesso. Ma dobbiamo fare squadra». E cita i due ribelli

L’ex sindaca di Roma Virginia Raggi rilascia oggi un’intervista al Corriere della Sera per far sapere che i contrasti con Giuseppe Conte di cui hanno parlato i giornali non esistono. Ma Raggi regala parole di miele ad Alessandro Di Battista e chiede anche il perdono per Barbara Lezzi, ex ministra espulsa dal Movimento 5 Stelle dopo il voto su Draghi. «Vogliono dipingermi in contrasto con Conte. Vi assicuro che non è così. Ho stima di Giuseppe e lo sento spesso. Quanto alle donne del M5S sono tante e valide. Penso a Chiara Appendino, Laura Castelli, Lucia Azzolina, Paola Taverna, Alessandra Todde, Maria Edera Spadoni, Fabiana Dadone. Poi, anche se può apparire scomodo, voglio citare anche l’ex ministra Barbara Lezzi. Dobbiamo fare squadra», dice l’ex prima cittadina.


Su Di Battista: «Sento spesso Ale. Le sue idee sono sempre ambiziose e va ascoltato. Con lui ho un rapporto diretto e trasparente che va anche oltre la politica. Cosa vorrà fare lo dirà lui». Riguardo l’alleanza con il Pd, invece, «è evidente che nel M5s ci siano più punti in comune con loro rispetto a quelli con Salvini. Il segreto è la mediazione senza rinunciare alla propria identità. Conte sa tenere dritta la barra». Infine, riguardo il ruolo nazionale che in tanti, a partire da Beppe Grillo, vogliono per lei, per ora è molto prudente: «Ho maturato una esperienza di 5 anni alla guida della Capitale e l’ho messa a disposizione del M5S: sono stata scelta dagli attivisti come membro del Comitato di garanzia. Sto svolgendo l’incarico con dedizione. Intanto, sto riprendendo la mia attività di avvocata, pur continuando le mie battaglie dai banchi dell’opposizione in Campidoglio».


Leggi anche: