Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Green pass, i prefetti incontrano Lamorgese. La ministra: «Controlli più serrati nelle aree affollate»

Per i trasporti locali, si studiano «modalità condivise con le aziende responsabili del servizio». Nuovo incontro prima del 6 dicembre

Non è stato varato un dispositivo definitivo, ma nella videoconferenza convocata da Luciana Lamorgese con i prefetti e i questori dei capoluoghi di regione, la ministra dell’Interno ha comunicato le linee guida per gestire i controlli con l’entrata in vigore – il prossimo 6 dicembre – delle restrizioni del cosiddetto Super Green pass. «In questa fase ancora molto delicata per la salute pubblica, le forze di polizia e le polizie locali continueranno a dare il massimo e ad agire con responsabilità ma anche con la necessaria fermezza, effettuando controlli più serrati sulla certificazione verde con una particolare attenzione alle aree e alle fasce orarie di maggiore afflusso di persone». Insomma, Lamorgese invoca un inasprimento delle verifiche sui Green pass per cercare di limitare la crescita dei contagi da Coronavirus. La ministra, poi, ha chiesto ai prefetti «di intensificare il confronto con i rappresentanti delle associazioni di categoria degli esercenti anche al fine di sviluppare una capillare opera di sensibilizzazione dei propri aderenti».


La ministra ha anticipato che ci sarà una nuova riunione con i funzionari del ministero dell’Interno sul territorio prima del 6 dicembre. Il secondo incontro servirà a valutare i piani di controllo messi a punto dai prefetti, con un’attenzione particolare al trasporto pubblico locale. «Ai prefetti è stato chiesto di mettere a punto dispositivi dedicati per i controlli sugli utenti del trasporto pubblico locale con modalità condivise con le aziende di servizio nell’ambito dei Comitati provinciali per l’ordine e la sicurezza pubblica». Tema sul quale il predecessore di Lamorgese, Matteo Salvini, ha avanzato già qualche riserva: «Le forze dell’ordine rischiano di diventare un obiettivo sui social e non solo sui social. Far loro controllare i Green pass sulla metropolitana la mattina alle 8 mi sembra difficilmente ipotizzabile», ha detto il segretario della Lega a margine di una conferenza stampa alla Camera sugli emendamenti alla legge di Bilancio presentati dal Carroccio.


Continua a leggere su Open

Leggi anche: