Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

No Green pass in piazza a Torino. Minuto di silenzio per gli operai morti: «Siamo qui per le vittime del lavoro e della sanità»

In piazza un migliaio di manifestanti. Tra loro anche Marco Liccione, portavoce della Variante Torinese, il movimento anti Green pass del capoluogo piemontese

Sono circa mille le persone che oggi, 18 dicembre, si sono radunate in piazza Castello, nel centro di Torino, in occasione della manifestazione No Green pass, indetta contro il certificato verde e le politiche di contenimento della pandemia di Coronavirus. La folla è costituita da delegazioni provenienti da più parti di Italia. Durante la manifestazione, una giovane ha sventolato il Green pass come una bandiera. «Sono qui per manifestare il mio pensiero in quanto libera cittadina», ha detto. «Signora, lei è qui per provocare ma noi non cadiamo in queste trappole. Faccia come crede, ma sarebbe meglio si allontanasse, non mi sembra che questo sia il posto giusto per lei», ha risposto Marco Liccione, portavoce della Variante Torinese, il movimento No Green pass del capoluogo piemontese. La donna si è poi allontanata da sola. Nel corso del presidio è stato osservato un minuto di silenzio per i tre operai morti questa mattina in via Genova, a causa del crollo di una gru. «Siamo qui per le vittime del lavoro e della sanità. Al governo diciamo vergogna», ha detto Liccione. «Siamo qui perché vogliamo stare dalla parte giusta. Dalla parte delle persone».


Leggi anche: