Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Come i No Vax hanno sfruttato il decesso di Marco Ferracuti, cascando nell’omonimia

Il decesso di un omonimo è stato utilizzato per accusare un Pro Vax di essere morto a seguito del vaccino anti Covid-19

Circolano online diversi meme dove viene attribuita la morte di Marco Ferracuti, autore di un post Facebook dove annunciava di aver rimosso gli amici No Vax. In quanto sostenitore del vaccino anti Covid-19, gli ambienti antivaccinisti hanno colto l’occasione per lanciare l’ennesimo post social per sostenere che sia deceduto a seguito dell’iniezione. Problema: a morire è stato un omonimo che non era ancora stato vaccinato con la prima dose (in quanto guarito da Covid-19).

Per chi ha fretta

  • Il decesso riguarda l’ex consigliere comunale Marco Ferracuti, non l’utente che i No Vax avevano preso di mira per le sue posizioni Pro Vax.
  • L’ex consigliere comunale era uno dei guariti dalla Covid ed è deceduto pochi giorni prima l’appuntamento per la prima dose del vaccino.

Analisi

Ecco uno dei meme diffusi online:

Di seguito una seconda versione del meme, dove troviamo il watermark del canale bufalaro e complottista Buffonate di Stato (ne parliamo qui e qui):

Attraverso una ricerca Facebook è possibile notare i contenuti diffusi sul conto di entrambi i protagonisti del meme:

L’ex consigliere comunale

Gli articoli riguardo il decesso di Marco Ferracuti risalgono al 6 dicembre 2021 e parlano di un ex consigliere comunale marchigiano. La pagina Facebook della lista civica Per Matelica pubblica il 7 dicembre un post dove riporta il triste evento, rispondendo allo stesso tempo alle dicerie No Vax:

Ciao Marco,
Oggi ti salutiamo per l’ultima volta, ma sarai sempre con noi.

Serve però un’ultima precisazione vista la violenza con cui sui social sono state dette tante falsità. Lo dobbiamo soprattutto per il rispetto di te, di Sara, di Oscar, Annalisa, Lorenzo, Elena e Achille.

Marco è mancato per un problema non legato al vaccino, perché essendo stato positivo al covid, era tra i guariti. Marco aveva prenotato il vaccino per l’8 dicembre, convinto di doverlo fare per sé e per gli altri.

La morte è sopraggiunta, come da referto dell’autopsia, per “dissecazione della aorta, con versamento pericardico e conseguente tamponamento cardiaco”.

Avevi il cuore grande, doveva essere anche forte.

L’altro Marco Ferracuti

Quello che i NoVax speravano fosse deceduto a seguito della vaccinazione anti Covid ha risposto – a modo suo – in un post del 12 dicembre 2021: «vergognatevi avvoltoi decerebrati».

Conclusioni

Si tratta di un caso di omonimia, cavalcato dai canali NoVax per sostenere che Marco Ferracuti sia morto a seguito della vaccinazione anti Covid. Si apprende, oltre all’equivoco, che l’ex consigliere comunale doveva vaccinarsi nei giorni successivi al suo decesso.

Questo articolo contribuisce a un progetto di Facebook per combattere le notizie false e la disinformazione nelle sue piattaforme social. Leggi qui per maggiori informazioni sulla nostra partnership con Facebook.

Continua a leggere su Open

Leggi anche: