Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Trieste, il consigliere Rossi alla Risiera di San Sabba senza Green pass: «Denuncio tutti. Non mi fanno entrare» – Il video

La protesta del consigliere comunale nella Giornata della Memoria: «Spreco di soldi pubblici per impedirmi di entrare. È una vergogna di Stato»

«Buongiorno a tutte e tutti. Sono qui alla Risiera di San Sabba. Sono qua per partecipare alla cerimonia solenne come consigliere eletto dal popolo. Ovviamente senza Nazi pass». Ugo Rossi è il consigliere comunale di Trieste eletto nelle liste del Movimento 3V (Vaccini vogliamo verità). Già protagonista delle proteste che hanno bloccato la città lo scorso autunno, nelle ultime settimane è stato al centro di diverse polemiche relative al Green pass. Rossi si rifiuta costantemente di mostrarlo quando gli viene richiesto, anche per accedere alle sedute del consiglio comunale. L’occasione questa volta è legata alla Giornata della Memoria. Rossi si è presentato alla Risiera di San Sabba, uno dei campi di detenzione nazisti che erano stati aperti nel territorio italiano. Qui, senza indossare la mascherina, prima ha cercato di forzare il blocco di ingresso e poi ha minacciato di denunciare gli agenti di polizia: «Mi dia il suo numero di matricola. Chiedo il numero di matricola di tutti quanti. Mi trovo qua alla Risiera di San Sabba, un plotone di polizia municipale sta spendendo i soldi pubblici per impedire l’accesso a un consigliere comunale eletto. È una cosa gravissima. Sono circa 20 agenti tra polizia municipale, agenti e carabinieri. Poi quando stuprano le ragazze in piazza a Milano non c’è nessuno a difenderle. Questa è vergogna di Stato».


Leggi anche: