Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Giuseppe Conte rieletto leader del M5s con il 94% dei voti. Toninelli, Dadone e Floridia i tre probiviri

A favore della riconferma dell’ex premier 55.618 iscritti su 59.050 votanti

Giuseppe Conte è stato rieletto leader del M5s con il 94% dei voti. Si sono espressi a favore della sua riconferma 55.618 iscritti su un totale di 59.050 votanti (130.570 gli aventi diritto). Il voto è stato convocato dopo che il tribunale di Napoli aveva congelato i risultati della scorsa elezione e lo statuto a causa di «gravi vizi nel processo decisionale». La ridefinizione della governance del Movimento aveva creato attrito anche con Rousseau, che aveva rimproverato agli «autoproclamatosi dirigenti del Movimento» di «proseguire la loro azione in violazione delle regole associative e delle decisioni degli iscritti», avviando le votazioni su Sky Vote. Alla vigilia dell’apertura delle votazioni, Conte aveva detto: «Non mi interessa prendere il 50,1 per cento dei voti. Anzi, lo dico sinceramente che se il risultato fosse così risicato sarei il primo a fare un passo indietro». 


Prima del nuovo voto sulla sua leadership, Conte era tornato a marcare la sua linea contro l’aumento delle spese militari. «Se mi votate, sarò il presidente che dice no a un aumento massiccio delle spese militari dello Stato, soprattutto in un momento del genere», aveva promesso, in contrapposizione rispetto all’obiettivo del presidente del Consiglio Mario Draghi di aumentare le spese militari al 2 per cento del Pil. La votazione odierna ha stabilito anche che Laura Bottici è la nuovo componente de Comitato di Garanzia, attualmente formato da Roberto Fico e da Virginia Raggi, già eletti. Danilo Toninelli, Fabiana Dadone e Barbara Floridia saranno i tre nuovi componenti del Collegio dei probiviri.


Leggi anche: