Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia
MONDO ArmiAustraliaCinaMissiliRegno UnitoRussiaUSA

La sfida degli Usa a Russia e Cina: svilupperà missili ipersonici con Regno Unito e Australia

I missili ipersonici sono noti per la loro capacità di raggiungere una velocità almeno cinque volte quella del suono mantenendo un’alta precisione e manovrabilità

Gli Stati Uniti stanno collaborando con Regno Unito e Australia per ampliare il proprio arsenale militare. L’obiettivo è sviluppare i nuovi missili ipersonici. Dopo che Russia e Cina hanno fatto dello sviluppo di queste nuove armi una priorità, gli Usa hanno iniziato a lavorare a una propria versione. Dopo le prime anticipazioni da fonti vicine al presidente americano Joe Biden e al primo ministro Boris Johnson, è uscito un comunicato diffuso a Londra che ha annunciato il rafforzamento militare dell’Aukus. Si tratta del patto di sicurezza trilaterale tra Australia, Regno Unito e Stati Uniti, che nacque a settembre 2021 per aiutare Canberra a sviluppare sottomarini a propulsione nucleare per contrastare l’espansione della Cina. Azione di contrasto che questa volta passa anche per lo sviluppo di queste armi di nuova generazione, note per la loro capacità di raggiungere una velocità almeno cinque volte quella del suono, mantenendo un’alta precisione e manovrabilità. Dopo essere stati lanciati volano nello spazio, ma poi scendono e volano su una traiettoria di volo simile a un aeroplano. Questo li rende difficili da rilevare dai satelliti e dai radar. I missili ipersonici sono stati utilizzati recentemente anche dalla Russia.


Leggi anche: