Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Incendio nella villa sul lago di Como di Vladimir Solovyov, il presentatore della tv russa e amico storico di Putin: su un’altra casa scritte contro la guerra

Secondo i Vigili del Fuoco si tratta di un incendio doloso appiccato con alcuni pneumatici

La villa del presentatore russo Vladimir Solovyov, 58 anni e sostenitore di Putin, è stata incendiata. Si trova a Menaggio sul Lago di Como ed è stata già sequestrata dal governo italiano, nell’ambito delle sanzioni economiche previste nei confronti degli oligarchi russi. Stando alle prime indagini, si tratterebbe di un atto doloso, di un atto dimostrativo che ha provocato danni limitati: i carabinieri, in queste ore, stanno guardando tutte le immagini delle telecamere di videosorveglianza. Per appiccare il fuoco sarebbero stati usati degli pneumatici. L’incendio, subito spento dai vigili del fuoco, è stato appiccato alle prime ore del mattino. La casa era in ristrutturazione, ad accorgersi dell’incendio alcuni passanti. Già partiti gli accertamenti per risalire agli autori del gesto. Vladimir Solovyov risulta proprietario di tre immobili sul lago di Como, già sottoposti a sequestro (di cui si è pubblicamente lamentato). In un’altra casa del presentatore russo a Pianello del Lario, pochi chilometri da Menaggio, sono state trovate scritte contro l’oligarca russo e contro la guerra in Ucraina.


Leggi anche: