Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

L’arresto di Frank James, così un rifugiato siriano 21enne lo ha scovato per caso: «Non potevo crederci» – Il video

Zack Tahhan è l’uomo che ha permesso alla polizia di individuare e catturare il sospetto autore della sparatoria nella metropolitana di Brooklyn e su cui pendeva una taglia di 50mila dollari

Frank James, il sospetto autore della sparatoria nella metropolitana di New York nella quale sono state ferite 29 persone, è stato arrestato dalla polizia nell’East Village, fra St.Marks e la First Avenue. L’uomo non ha opposto alcuna resistenza, camminava per strada come se nulla fosse. Due agenti lo hanno visto e lo hanno fermato dopo la segnalazione partita da Zack Tahhan, 21 anni, rifugiato siriano che ha visto improvvisamente James dall’altra parte della strada, mentre era in un fast food. Tahhan, davanti alla stampa accorsa nell’East Village, ha raccontato di aver gridato alla gente per strada «Credetemi, è lui, stategli lontano!». Il 21enne ha poi spiegato di aver visto la polizia dall’altra parte della strada e di aver urlato loro: «Eccolo l’uomo che ha sparato a Brooklyn! Prendetelo! Dopodiché lo hanno catturato, grazie a Dio, lo hanno catturato». Tahhan ha spiegato alla stampa di essere un rifugiato siriano, di vivere nel New Jersey, e di essere dipendente di una ditta che installa telecamere di sicurezza. Su Frank James pendeva una taglia di 50mila dollari, che sarebbe stata riconosciuta a chi avesse fornito informazioni determinanti per la sua cattura. Le persone che hanno assistito all’arresto sostengono che Tahhan debba ricevere la ricompensa, mentre altri propongono che all’uomo venga riconosciuta la cittadinanza statunitense.


Leggi anche: