Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Zelensky: «Tre missili russi sulle centrali nucleari ucraine: nessuno al mondo può sentirsi sicuro» – Il video

Il presidente ha elogiato gli scienziati ucraini in servizio a Chernobyl, grazie ai quali – ha detto – «è stato possibile salvare l’Ucraina e l’Europa da una nuova catastrofe»

Proprio nel giorno dell’anniversario del disastro di Chernobyl i russi hanno lanciato tre missili su tre centrali nucleari ucraine. Lo ha detto il presidente Volodymyr Zelensky nel suo videomessaggio pubblicato su Facebook. «Quella catastrofe dovrebbe essere raccontata nelle scuole russe, dovrebbe essere ricordata in Russia ogni anno il 26 aprile, come si fa in tutto il mondo civile. Invece, hanno lanciato tre missili contro l’Ucraina in modo da sorvolare direttamente i blocchi delle nostre centrali nucleari. E tre centrali nucleari contemporaneamente: su Zaporizhia, Khmelnytsky e le centrali nucleari dell’Ucraina meridionale». Zelensky ha elogiato gli scienziati ucraini in servizio a Chernobyl, grazie ai quali – ha detto – «è stato possibile salvare l’Ucraina e l’Europa da una nuova catastrofe». E ancora: «Se la Russia ha dimenticato cosa è successo a Chernobyl, significa che c’è bisogno di un controllo globale sulle sue dotazioni e sulla sua tecnologia nucleare». E questo perché «dopo quello che hanno fatto le truppe russe a Chernobyl e Zaporizhzhia, nessuno al mondo può sentirsi sicuro sapendo quanti impianti, tecnologie e armi nucleari ha la Russia».


Leggi anche: