Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

La condanna del G7 per l’attacco della Russia al centro commerciale di Kremenchuk: «Abominevole crimine di guerra»

Secondo i dati emersi fino a questo momento, l’attacco ha causato almeno 13 morti e 56 feriti

Con una dichiarazione congiunta, i leader del G7 in corso a Schloss Elmau in Germania, hanno condannato l’attacco della Russia al centro commerciale Amstor di Kremenchuk, nella regione dell’Ucraina centro-orientale della Poltava. Il bombardamento delle forze russe ha causato 13 morti e 56 feriti: «Condanniamo solennemente l’abominevole attacco a un centro commerciale a Kremenchuk. Siamo uniti all’Ucraina nel piangere le vittime innocenti di questo attacco brutale. Gli attacchi indiscriminati a civili innocenti costituiscono un crimine di guerra. Il presidente russo Putin e i responsabili saranno tenuti a renderne conto». E ancora: «Oggi abbiamo sottolineato il nostro incrollabile sostegno all’Ucraina di fronte all’aggressione russa, una guerra ingiustificata che imperversa da 124 giorni. Continueremo a fornire sostegno finanziario, umanitario e militare all’Ucraina, per tutto il tempo necessario».


Continua a leggere su Open


Leggi anche: