Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Lazio senza portiere: Reina rescinde, ora si punta Vicario

Viste le difficoltà ad arrivare all’estremo difensore dell’Atalanta, i biancocelesti hanno virato sul portiere dell’Empoli. E adesso Strakosha può tornare

Chi para a Formello? Per ora nessuno. Ad oggi infatti la Lazio deve ancora risolvere la questione portieri in vista della prossima stagione. Nonostante manchi ormai meno di una settimana all’inizio della stagione, attualmente nella rosa di Maurizio Sarri non è presente un estremo difensore (eccezion fatta per quelli provenienti dalla Primavera). Il contratto di Strakosha è scaduto il 30 giugno mentre, nel pomeriggio, è stato raggiunto un accordo per la rescissione consensuale con Pepe Reina. Dunque entrambi i portieri della scorsa stagione non sono più tesserati con il club di Lotito. Una situazione singolare, a cui il ds Tare sta provando a porre rimedio il prima possibile cercando una soluzione sul calciomercato.


Vicario e… Strakosha

Attualmente il nome in pole sembra essere quello di Guglielmo Vicario dell’Empoli. La trattativa potrebbe subire un’accelerata improvvisa nelle prossime ore considerato che il raduno della Lazio si avvicina sempre più. Tare sembra intenzionato ad offrire ai toscani la stessa cifra messa sul piatto per Carnesecchi e rifiutata dall’Atalanta. In più, a sorpresa, potrebbe essere richiamato Thomas Strakosha che, dopo essersi svincolato, verrebbe nuovamente ingaggiato – senza costi di cartellino – per ricoprire il ruolo di secondo.


Carnesecchi si allontana

EPA/Sandi Fiser | Marco Carnesecchi durante i quarti di finale del Campionato europeo Under 21 Portogallo-Italia, Stadio Stozice di Lubiana, Slovenia, 31 maggio 2021

La Lazio aveva individuato da tempo in Marco Carnesecchi il profilo giusto su cui puntare nel presente ma specialmente per il futuro, visto che il ventiduenne è considerato il miglior profilo tra i giovani portieri italiani in circolazione. L’Atalanta però non è intenzionata a fare sconti e per il suo cartellino continua a chiedere 18 milioni mentre Tare ne offre 13. Uno stallo che non sembra destinato a sbloccarsi facilmente, per questo a Formello stanno riflettendo se valga realmente la pena continuare a portare avanti la trattativa.

Continua a leggere su Open

Leggi anche: