Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Negli USA tutti pazzi per gli italiani: il Kansas City vuole Barba del Benevento

Il difensore del Benevento potrebbe presto volare negli Stati Uniti e raggiungere gli altri 4 italiani che si sono trasferiti questa estate in MLS

Sta diventando un’onda lunga che non riesce a fermarsi. La meta statunitense in questa estate di calciomercato sta diventando la preferita dai calciatori italiani. Così come l’innamoramento della MLS per i nostri giocatori non accenna a fermarsi. Una diaspora calcistica partita questa primavera con Lorenzo Insigne, continuata Giorgio Chiellini volato a Los Angeles e apparentemente finita con Mimmo Criscito e Federico Bernardeschi volati a Toronto insieme all’ex Napoli. Ma l’ultima ha quasi dell’incredibile, non certo nella sostanza, quanto nella forma e potrebbe portare a cinque il numero di italiani in America. Benevento e Kansas City non hanno molte cose in comune, ma probabilmente nei prossimi giorni chiuderanno un’operazione di calciomercato dalla Serie B al massimo campionato americano.


Bernardeschi Insigne Criscito
Lorenzo Insigne, Federico Bernardeschi e Mimmo Criscito esultano durante una partita del Toronto FC

Il Kansas City FC infatti è interessato a Federico Barba, difensore classe ’93 del Benevento. Sono continui nelle ultime ore i contatti tra i due club per trovare un’intesa per il cartellino del calciatore. Sul tavolo il club statunitense ha messo un contratto triennale a cifre molto importanti, che sta facendo vacillare il difensore attratto dalla prospettiva di un’avventura dall’altra parte dell’oceano. Si potrebbe chiudere per una cifra inferiore ai 5 milioni di euro e regalare un’altra esperienza estera al ragazzo. Cresciuto calcisticamente nella Roma, Federico Barba ha sulle spalle diverse esperienze in Serie A, ma altrettante all’estero. Tre stagioni divise tra Germania e Spagna con le maglie di Stoccarda, Valladolid e Sporting Gijon. Ora ci sono gli Stati Uniti per aumentare la colonia italiana in una MLS sempre più tricolore.


Leggi anche: