Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

L’ultima rissa dopo il divorzio, Letta attacca: «Con quel caratteraccio…», Calenda risponde: «Parla di politica, perché è finita con Conte?»

Il segretario dem attacca anche Matteo Renzi. Il leader di Azione: «Non ho sentito nessuna parola di autocritica dopo la tragica esperienza del Pd con il M5s»

La ferita del divorzio tra Azione e Partito Democratico è ancora aperta. E i leader dei due partiti non se le mandano a dire con ogni mezzo possibile, dalla tv, ai social, alla carta stampata. Il segretario del Pd, Enrico Letta, ospite della trasmissione Filo rosso su Rai3, in serata ha dichiarato: «Renzi e Calenda sono due leader politici che hanno fatto la legislatura da eletti col Pd. Poi, siccome non possono immaginare di stare in un partito con altri, hanno deciso di fare una scelta in solitaria. Adesso penso che andranno insieme e vedremo». Ma il leader di Azione, su Twitter, ha replicato all’ormai ex alleato di coalizione: «Questo di attribuire le decisioni ai caratteri è un modo infantile che non ho usato con te. Allora potrei rispondere che Letta è talmente irresoluto che non sa fare una scelta. Ma tutto ciò porterebbe il dibattito al livello quinta elementare». E Calenda, in una serie di tweet successivi, prosegue: «Credo che più semplicemente la tua scuola politica è tenere tutti dentro, la mia cercare di fare scelte nette: cerca di parlare di politica non di caratteri. Non è serio, non è maturo. Buona strada». E il leader di Azione, infine, conclude con una frecciatina contro il segretario del Pd: «Ps. Anche perché venite da una tragica esperienza di inossidabile alleanza con i M5s sulla quale non vi ho ancora sentito dire una parola di autocritica».


Continua a leggere su Open


Leggi anche: