Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Napoli, Simeone è tuo: il Cholito vola alla corte di Spalletti

L’attaccante argentino si trasferisce in prestito con diritto di riscatto che potrebbe trasformarsi in obbligo al verificarsi di determinate condizioni

Il primo rinforzo di calciomercato per l’attacco del Napoli è arrivato. Il ds degli azzurri Giuntoli ha infatti trovato l’intesa con il Verona per il trasferimento di Giovanni Simeone. Un elemento fortemente voluto da Luciano Spalletti che, dopo aver perso Mertens, continuava a chiudere un’alternativa ad Osimhen da inizio estate. Ma i colpi per il reparto offensivo non sembrano essere finiti con l’arrivo dell’argentino: sulla lista dei desideri del club di De Laurentiis infatti c’è sempre il nome di Raspadori. Con il Sassuolo non è stato ancora trovato un accordo, ma il Napoli è pronto a mettere sul piatto circa 35 milioni complessivi con cui la dirigenza azzurra spera di convincere gli emiliani a lasciar andare l’attaccante classe 2000.


Le cifre dell’affare

ANSA | Giovanni Simeone con la maglia dell’Hellas Verona

Per convincere il Verona a lasciar andare il suo bomber, il Napoli ha dovuto studiare a lungo una formula in grado di soddisfare le richieste del presidente Setti. Alla fine i due club si sono accordati sulla base di un prestito oneroso con diritto di riscatto che si trasformerà in obbligo in caso qualificazione in Champions League del Napoli e se Simeone dovesse raggiungere un determinato numero di gol e/o presenze: gli azzurri dunque verseranno nelle casse del Verona 3,5 milioni per il prestito, altri 12 per l’eventuale riscatto al termine della stagione che sta per iniziare, più un altro paio di milioni di bonus per un totale di quasi 18 milioni di euro. Una formula studiata per tutelare entrambe le società. Simeone sosterrà le visite mediche con il Napoli nella giornata di sabato 13 agosto.


Continua a leggere su Open

Leggi anche: