Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Boris Johnson commuove il parlamento britannico, il discorso in memoria della regina: «Pensavamo fosse eterna…» – Il video

Quello dell’ex premier è stato un intervento apprezzato anche dagli avversari laboristi, in cui ha ricordato anche diversi momenti privati vissuti con la sovrana

«Elisabetta la grande». Così l’ex premier britannico Boris Johnson ha definito la regina Elisabetta, all’indomani della sua morte. Nella seduta straordinaria organizzata nella Camera dei Comuni, è stato proprio Johnson a pronunciare il discorso più apprezzato, al punto da essere giudicato «eccellente» anche da Harriet Harman, veterana del Partito Laburista. In tono commosso e con il suo celebre sense of humour, l’ex premier britannico ha voluto ricordare la regina con un discorso ricco di aneddoti. «Pensavamo fosse eterna», ha detto a un certo punto, aggiungendo che solo ora il Paese riesce a misurare davvero «l’enormità di ciò che ha fatto per noi». Johnson ha poi ricordato con emozione l’ultimo incontro di appena tre giorni fa a Balmoral, per il passaggio di consegne fra lui e Liz Truss, sottolineando di averla trovata lucida, «saggia» e attenta ai destini del Paese. Ne ha quindi esaltato la figura di guida regale ma al tempo stesso «umile», che ha saputo non solo regnare, ma anche «servire e amare» la sua gente.


Non sono mancati i racconti sulla figura privata della regina, così poco amante dei fasti cerimoniali da guidare a volte sola la macchina per le strade della Scozia «a velocità allarmante». Oppure gli aneddoti sulla sua credibilità di leader globale, giunta a un punto tale che alle Olimpiadi del 2012, quando Johnson era sindaco di Londra, alcuni capi di Stato esteri si rivolsero a lui convinti che Sua Maestà si fosse davvero «lanciata dall’elicottero», nel famoso spot girato assieme a Daniel Craig. Racconti che hanno suscitato sorrisi e commozione nell’aula, raccogliendo per una volta apprezzamenti bipartisan.


Continua a leggere su Open

Leggi anche: