Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

L’attacco di Salvini dal palco contro Fabio Fazio: «Basta canone Rai in bolletta: faccia i comizi a spese sue» – Il video

Il leader della Lega attacca il conduttore e giornalista della Rai, portando avanti la sua «battaglia». Ma sul pagamento del canone della tv pubblica ripete interventi già previsti dall’Ue nel 2021

«Io sono per la libertà di pensiero, per la libertà di parola, la libertà d’informazione. Però grazie a quel genio di Renzi, da qualche anno sulla bolletta di tutti gli italiani, ci sono anche i 90 euro del canone Rai. E io mi domando e vi domando: ma devono pagarlo tutti gli italiani questo dazio di 90 euro per far fare comizi di sinistra a pseudo-intellettuali di sinistra? Pagateveli voi i comizi. In tanti Paesi europei, la televisione pubblica e la radio pubblica vanno avanti senza gravare sulle spalle dei cittadini. Questo è un impegno che mi prendo personalmente e che estendo a tutto il centrodestra: dal 2023 la Rai continui a fare uno straordinario servizio pubblico ma a costo zero per i cittadini italiani. Via il canone Rai dalla bolletta e dalle tasse dei cittadini italiani. E se Fabio Fazio vuole fare i comizi, se li paga di tasca sua». Il leader della Lega, Matteo Salvini, dal palco di piazza del Popolo a Roma, a margine dell’evento di chiusura della campagna elettorale del centrodestra, torna a rilanciare uno dei suoi cavalli di battaglia di questa campagna elettorale verso le elezioni del 25 settembre.


Il leader del Carroccio ha più volte ripetuto di voler condurre una «battaglia sulla Rai». Nel corso della campagna elettorale, però, i termini utilizzati da Salvini nei suoi interventi sono andati via via sfumando nel linguaggio. Già, perché inizialmente il leader leghista ha parlato di «abolizione» del canone, successivamente di «togliere» l’importo dalla bolletta della luce (come peraltro già noto dal novembre 2021, secondo indicazione della Commissione Ue per accedere ai fondi del Recovery fund, ndr). Poi Salvini ha parlato di «stop» al canone e infine, quest’oggi, ha dichiarato «via il canone dalla bolletta». Insomma, l’abolizione del canone Rai non è possibile, ma bisognerà trovare un altro modo per versarlo e che sia diverso da quello utilizzato sino a oggi. Il pagamento del canone proseguirà, ma l’importo sarà scorporato dalla bolletta della luce, rispettando dunque l’indicazione europea di «eliminare l’obbligo per i fornitori di riscuotere oneri non correlati al settore dell’energia elettrica».


Video: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

Continua a leggere su Open

Leggi anche: