Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Beppe Grillo e il monologo davanti al nespolo: «Questo è il M5s, è vivo e continua a fare dei frutti bellissimi» – Il video

Il co-fondatore del MoVimento ha commentato il risultato elettorale utilizzando una metafora botanica: le nespole rappresentano la pazienza

«Col tempo e con la paglia maturano le nespole e la canaglia», recita un antico proverbio italiano, ormai caduto in disuso. Il riferimento è all’uso della pazienza contro le «canaglie», ossia l’attesa di chi spera nel tempo affinché vi sia il passaggio dal periodo acerbo adolescenziale alla maturità adulta. Ciò vale anche per il frutto dell’albero in questione, le nespole, che nella simbologia botanica rappresentano la pazienza, la prudenza e la saggezza. Del resto si sa, è meglio non mangiare le nespole appena colte dall’albero, ma è meglio lasciarle maturare, ponendole in un cesto e riparandole con la paglia, per assaporarne successivamente il gusto, quando il frutto sarà maturato correttamente . E mentre lo spoglio delle schede continua, è proprio in un monologo davanti a un albero di nespolo che il co-fondatore e garante del del MoVimento 5 Stelle, Beppe Grillo, affida le sue riflessioni sui risultati delle elezioni politiche, vinte da Fratelli d’Italia di Giorgia Meloni, ma che vede anche il M5s come terza forza politica in Italia, dopo le coalizioni di centrodestra e quella di centrosinistra. «Il grande nespolo – esordisce Grillo -. Gliene abbiamo fatte di tutti i colori a questo nespolo nel corso degli anni, eppure è rigoglioso, verde. E nonostante tutto sopravvive, con un filo di linfa e un po’ di tronco, e fa delle nespole bellissime. Questo è il Movimento 5 Stelle, questo è il simbolo: il nespolo, vivo». Il riferimento del garante pentastellato è alla base apparentemente logorata e scavata che però resiste, mentre le fronde, con un poco di linfa, continuano comunque a dare frutti, elettoralmente parlando. Nel frattempo, a Genova Sant’Ilario, nel seggio elettorale 617 e di riferimento per il fondatore del M5S, il Partito Democratico, con il 26,35% risulta il primo partito alla Camera Plurinominale, mentre il secondo partito è Fratelli d’Italia con il 19,53% delle preferenze, doppiando i voti raccolti dal M5s che si attesta al 9,65%.


Continua a leggere su Open


Leggi anche: