Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

No! In questo video von der Leyen non sta spiegando come lavarsi le mani «per risparmiare acqua»

La clip risale al 2020: rientrava nell’ambito di una campagna intesa a sensibilizzare sull’igiene per prevenire il contagio da Covid

Con la crisi energetica che ha colpito l’Europa dopo l’inizio dell’invasione russa in Ucraina, cresce la preoccupazione legata alle bollette e all’autunno imminente. Questo clima teso si traduce facilmente in rabbia nei confronti delle istituzioni, anche se a volte quest’ultima è motivata dalle fake news in circolazione sul web. È per esempio il caso di un video che vede protagonista la presidente della Commissione Europea Ursula von der Leyen mentre si lava le mani.

Per chi ha fretta:

  • Un video in cui Ursula von der Leyen si lava le mani è stato molto condiviso ultimamente
  • Secondo gli utenti, starebbe provando a dimostrare ai cittadini come risparmiare acqua
  • In realtà la clip risale a due anni fa e non ha niente a che fare con la crisi energetica attuale: rientrava nell’ambito di una campagna anti-Covid per sensibilizzare sull’importanza dell’igiene

Analisi

«Von der Leyen canticchia e ci insegna come lavarci le mani, 30.000 euro al mese spesi bene»: questo il testo che accompagna un video visualizzato oltre 40mila volte su Facebook, che ha raccolto oltre 2500 likes e quasi 2mila commenti indignati. Nella clip, si vede la presidente della Commissione europea davanti a un lavandino, che si lava accuratamente le mani mentre intona l’Inno alla gioia (l’inno ufficiale Ue). Tra un’insaponata e l’altra chiude il rubinetto: secondo molti utenti, è perché starebbe insegnando agli spettatori un modo per risparmiare acqua.

Nei commenti, si scatena l’indignazione. «Dite a questa incompetente che non è questione di come lavarsi le mani. A novembre molte aziende chiuderanno, molte persone perderanno il lavoro. Allora faremo tutti insieme un bel coro», scrive un utente. «Sicuramente una esperta di come lavarsene le mani, soprattutto dei problemi dell’Italia e dei cittadini Europei», fa eco un altro. La clip è stata inoltre molto condivisa, con didascalie diverse ma dello stesso stampo.

«La malata mentale Von Der Leyen ci spiega come lavarci le mani risparmiando l’acqua calda. Naturalmente è un unico sacrificio della propaganda che fa, poi dopo questo video Lei userà come è quanta acqua calda vuole», leggiamo qui. «Ursula von der Leyen ha fatto un breve video per mostrarci come lavarci le mani senza sprecare acqua. Presto ci farà vedere come si cena senza accendere la luce», scrive questo utente. E ancora: «I leader europei sono usciti fuori di testa e spiegano banalità convinti che queste cose siano la chiave per superare una crisi colossale innescata dalle proprie incapacità». «Capito come si fa, semplice cittadino italiano? Un messaggio come “Paga le tasse, risparmia e non lamentarti”. “Non sprecare l’acqua!”. “Se paghi di più è colpa tua e di Putin” … Questa è l’UE oggi», è l’amara conclusione di quest’altro utente. La maggior parte dei post ha iniziato a circolare a distanza di pochi giorni dalla presentazione, da parte della presidente della Commissione europea, di varie misure per proteggere le famiglie e le imprese dall’aumento dei prezzi dell’energia.

La vera storia dietro il video

In realtà, il video non ha nulla a che vedere con i recenti rincari. Risale a due anni fa, all’inizio della pandemia da Covid-19. Ha fatto la sua prima apparizione su Youtube nel 2020, con l’obiettivo di richiamare l’attenzione della popolazione sull’importanza del lavaggio delle mani per prevenire le infezioni. Il filmato è visibile sul canale della Commissione Europea dal 23 marzo di quell’anno, accompagnato da una descrizione che recita:

L’OMS ha lanciato la #Sfidamanisicure per promuovere il potere delle mani pulite per combattere il #coronavirus. Ursula von der Leyen, Presidente della Commissione Europea, si unisce alla sfida e condivide il suo video sul lavaggio delle mani.

Il giorno prima, von der Leyen aveva condiviso la clip sul suo profilo Twitter, ringraziando il direttore dell’OMS, Tedros Adhanom Ghebreyesus, per averla nominata per la “SafeHands Challenge”. A sua volta, aveva nominato altre 4 persone, tra cui Melinda Gates e la presidente della Banca Centrale Europea Christine Lagarde.

La campagna #SafeHands Challenge è stata lanciata dall’OMS il 13 marzo 2020 per aumentare la consapevolezza rispetto l’importanza della prevenzione. In assenza di un vaccino, l’igiene era uno dei modi più semplici per proteggere le persone dal virus. Un efficace lavaggio delle mani, in particolare, veniva considerato un valido alleato per ridurre il rischio di infezione. Nella versione originale del video appaiono scritte e simboli che ribadiscono chiaramente l’importanza dell’igiene delle mani per la tutela della salute, ma nella versione condivisa dagli utenti sopracitati sono state sapientemente tagliate fuori o coperte.

Conclusioni

Ursula von der Leyen non ha realizzato un video in cui si lava le mani per dimostrare agli spettatori come risparmiare acqua. La clip risale al 2020, quando in assenza di un vaccino le autorità sanitarie avevano fortemente raccomandato un accurato lavaggio delle mani: la presidente della Ce stava dando una dimostrazione nell’ambito della “SafeHands Challenge”.

Questo articolo contribuisce a un progetto di Facebook per combattere le notizie false e la disinformazione nelle sue piattaforme social. Leggi qui per maggiori informazioni sulla nostra partnership con Facebook.

Continua a leggere su Open

Leggi anche: