Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Questa schermata di Mediavideo conferma la “farsa” sui camion delle bare a Bergamo? No! Ecco cos’è successo

La notizia riportava la denuncia di una consigliera comunale a San Casciano (Toscana)

Sta circolando sui social una presunta ultim’ora che ha fatto esultare coloro che sostengono che la pandemia di Coronavirus sia stata «tutta una farsa». «I “complottisti” LO DICEVANO DA SUBITO! LO AVEVANO CAPITO GIÁ ALLORA! MA LI CHIAMAVANO NEGAZIONISTI!», si legge a commento dell’immagine. Ma dunque la notizia che sarebbe andata in onda su Mediavideo proverebbe che abbiamo ignorato colpevolmente queste sedicenti Cassandre? Leggiamo cosa si legge nella notizia trasmessa e proviamo a capirlo.

Per chi ha fretta:

  • Una schermata di Mediavideo è stata condivisa su Facebook per dimostrare che la notizia delle bare trasportate fuori da Bergamo a bordo di decine di camion non fosse altro che una “fake news”
  • La schermata è reale, ma riportava la notizia di una consigliera comunale denunciata proprio per aver sostenuto questa teoria
  • La vicenda risulta chiara leggendo il testo. Le dichiarazioni della consigliera Leoncini erano state precedentemente debunkate

Analisi

«Molti ci hanno creduto e ci credono tutt’ora. Ora sai che è tutta una farsa», recita una scritta in rosso aggiunta ad una foto. Il riferimento è alla pandemia da Covid-19, in particolare alle immagini circolate nel marzo 2020 su Bergamo, dove un convoglio di trenta camion dell’esercito aveva trasportato una settantina di bare fuori dalla città, in cui ormai non c’era più posto per poterle accogliere. Una vicenda che, come vedremo, venne contestata e messa in dubbio a più riprese. Ma torniamo alla schermata in questione: 31 dicembre 2020. Sul servizio di teletext del gruppo Mediaset (interrotto nel gennaio 2022) viene trasmessa una news intitolata: Camion bare era fake news”: Comune di Bergamo querela consigliera Lega. Il testo recita:

L’assessore ai servizi cimiteriali del Comune di Bergamo, Giacomo Angeloni, ha depositato ai carabinieri una denuncia nei confronti di Eleonora Leoncini, consigliera comunale della Lega a San Casciano (Toscana). Durante un intervento in seduta comunale online la consigliera, riferendosi alle foto della primavera, ha dichiarato che «il discorso dei camion militari di Bergamo era una fake news, che è stata svelata. Erano immagini scattate nel passato»

La foto ha avuto ampia condivisione, scatenando i commenti degli utenti. «Complottisti, negazionisti, terrapiattisti.. Ops veggenti direi», scrive ad esempio questa utente. «Diteglielo a chi vi fracassava con questa storia. È tutto fake», sollecita quest’altro.

Le dichiarazioni della consigliera Leoncini

Leggendo tutto il testo senza fermarsi alle scritte colorate e al titolo, tuttavia, la vicenda sembra poco fraintendibile. Ovvero: la notizia non è che «il camion con le bare era una fake news», ma che l’Assessore ai Servizi cimiteriali del Comune di Bergamo ha denunciato la consigliera comunale di San Casciano che ha affermato una cosa simile. Un’affermazione che peraltro avevamo già smentito. L’intervento della consigliera Leoncini è disponibile nel canale Youtube del Comune di San Casciano in Val di Pesa (Firenze), con il botta e risposta con la consigliera Niccolini. Nel suo intervento, la consigliera fa riferimento ai camion e ai militari per sostenere che a Bergamo ci fosse stata una «fake news». In un post successivamente condiviso su Facebook, faceva però riferimento a una bufala diffusa da alcuni utenti sui social: le foto del 2013 di Lampedusa scambiate con le bare di Bergamo, che non mostra l’episodio riguardo i camion partiti dalla città. Di seguito l’immagine incriminata.

Ma le notizie su quanto accaduto a Bergamo durante l’emergenza Covid19 non sono una «fake news». Lo puntualizza lei stessa, in un post condiviso su Facebook (che adesso non risulta disponibile), in cui scriveva «quelle foto sono fake, i morti di Bergamo no».

Di seguito il testo integrale:

Il PD sta scatenando la macchina del fango contro di me, attaccandomi perché sarei una “negazionista” del Covid, quando ho semplicemente ricordato a una consigliera di maggioranza, nel corso di una lunga, vivace e articolata seduta comunale, come alcune foto delle bare di Bergamo portate dai camion, circolate sui social, fossero FAKE, in quanto dichiaravano di ritrarre quanto suddetto, quando invece si riferivano a un naufragio al largo di Lampedusa. Dunque ribadisco: quelle foto sono fake, i morti di Bergamo no. Ai ‘sinceri democratici’ ricordo invece che dei 209 miliardi del Recovery Fund per l’Italia, il PD e i loro alleati di governo hanno deciso di destinarne solo 9 alla Sanita’. Viene da chiedersi: saranno mica loro, i veri negazionisti del Covid?

Conclusioni

La schermata condivisa non è la prova della presunta «farsa» che sarebbe stata inscenata a Bergamo, dove alcuni camion hanno dovuto trasportare un gran numero di bare al di fuori della città. La notizia, che risale al 2020, ha invece per oggetto la denuncia a una consigliera comunale della Toscana.

Questo articolo contribuisce a un progetto di Facebook per combattere le notizie false e la disinformazione nelle sue piattaforme social. Leggi qui per maggiori informazioni sulla nostra partnership con Facebook.

Continua a leggere su Open

Leggi anche: