Caso Juve, si muove anche l’Uefa: aperta un’indagine per possibili violazioni finanziarie

L’associazione del calcio europea si riserva di assumere ogni iniziativa legale e imporre misure disciplinari se saranno individuate serie violazioni

Dopo le autorità giudiziare italiane, anche la confederazione del calcio europeo mette nel mirino la Juventus. L’Uefa ha annunciato infatti di aver aperto un’inchiesta sulla società bianconera per «possibili violazioni dei regolamenti sulle licenze per club e delle norme sul fair play finanziario». L’indagine, condotta dalla corte di primo grado dell’organismo di controllo finanziario dei club (CFCB), si concentrerà sulle presunte violazioni finanziarie finite al centro dei rilievi della Consob prima e dell’inchiesta della Procura di Torino poi. In un secco comunicato, l’Uefa precisa anche che, nel caso alla conclusione dell’indagine la situazione finanziaria della Juventus dovesse rivelarsi significativamente diversa da quanto verificato nei mesi scorsi, o dovessero emergere nuove evidenze finanziarie, il CFCB si riserva il diritto di far saltare l’accordo finanziario raggiunto soltanto lo scorso accordo, nonché di «assumere ogni iniziativa legale che riterrà appropriata, ed imporre misure disciplinari» appropriate.


Foto: ANSA/FABIO FRUSTACI – Il presidente dimissionario della Juventus Andrea Agnelli con quello dell’Uefa Aleksander Ceferin al Congresso UEFA del 2019 a Roma.


Continua a leggere su Open

Leggi anche: