No! Questo video non dimostra la formazione di coaguli di sangue in un atleta di 40 anni vaccinato

Smettete di condividere filmati allarmisti sui vaccini senza fonti che ne supportino il contesto

Circola in diverse condivisioni Facebook un breve filmato in cui si vedrebbe un cardiochirurgo che «scopre coaguli di sangue in un atleta di 40 anni completamente vaccinato». Come al solito chi diffonde questo genere di clip non riporta alcuna fonte. Insomma, gli utenti devono fidarsi dei propri preconcetti No vax alimentati dalle immagini truculente, dove un presunto medico tira fuori da una sacca una striscia di quel che sembra del sangue coagulato. Vediamo di cosa si tratta realmente, ricordando che i vaccini contro il nuovo Coronavirus continuano a essere sicuri ed efficaci.

Per chi ha fretta:

  • Chi diffonde il filmato in oggetto non presenta fonti a supporto.
  • La clip è stata condivisa originariamente nel tweet di un utente poi sospeso dal Twitter.
  • Quel che si vede è perfettamente spiegabile senza tirare in ballo coaguli e vaccini.

Analisi

Il filmato è stato condiviso per la prima volta su Twitter dall’account Nin Of Things to Come il 24 aprile 2022. Siamo riusciti a risalire alla copia archiviata perché il tweet non è più disponibile, in quanto l’utente risulta sospeso. Non abbiamo alcuna fonte che possa certificare l’interpretazione in chiave No vax del filmato. Il dottor Filippo Testa, anestesista, già medico di Emergency e co-autore della pagina Facebook Pop Medicine, spiega a Open che «quanto si vede «non sembra nemmeno un coagulo».

Sembra una sostanza elastica. «Poi siamo sempre alle solite – spiega Testa -, il sangue alla fine tende sempre a coagulare fuori dal corpo. Anche in cardiochirurgia, nonostante venga fatta l’eparinizzazione per la circolazione extracorporea. Se si tiene al di fuori del corpo, alla fine qualche coagulo si formerà sempre». Nel filmato vediamo che questo sangue coagulato venga disposto in una bacinella, dove sembra esserci anche del liquido di lavaggio. «Sempre il solito contesto sconnesso – continua il Medico -, non si capisce dove e cosa stia toccando quella mano. Se fosse davvero così per tutti i vaccinati, sai quanti morti in sala operatoria! Invece non risulta niente del genere».

Conclusioni

Sia la clip che il modo in cui è stata diffusa non ci permettono di verificare il contesto narrato. Non sappiamo chi sarebbe l’atleta di 40 anni, né viene indicato un case report che ne parli (nel caso ci venisse segnalato saremo felici di farlo analizzare da esperti); ovvero un documento pubblicato su rivista scientifica, che pur non prevedendo i controlli di uno studio vero e proprio, permette a medici e ricercatori di rendere noti alla comunità scientifica dei casi su cui vale la pena fare futuri studi. Se chiediamo spiegazioni a esperti che conoscono le sale operatorie, come il dottor Testa, otteniamo interpretazioni ben più plausibili di quelle No vax.

Questo articolo contribuisce a un progetto di Facebook per combattere le notizie false e la disinformazione nelle sue piattaforme social. Leggi qui per maggiori informazioni sulla nostra partnership con Facebook.

Continua a leggere su Open

Leggi anche: