Varsavia, bilaterale prima della riunione dei Conservatori. Morawiecki: «Referendum sull’immigrazione», Meloni: «Fermeremo i migranti illegali» – Il video

La premier: «La nostra posizione è sostanzialmente la stessa, ci basta uno sguardo per capirci»

Dopo il voto divisi durante lo scorso Consiglio europeo, Giorgia Meloni e il premier polacco Mateusz Morawiecki hanno scelto di incontrarsi oggi a Varsavia, prima della riunione di tutto il gruppo europeo dei Conservatori (Ecr). Un modo per smussare ulteriormente le differenze, dopo che Morawiecki ha scelto di votare contro l’accordo sui migranti che prevede un contributo economico fisso per i paesi che non accettano i ricollocamenti (posizione che Meloni ha subito detto di comprendere). Morawiecki nelle dichiarazioni alla stampa ha aggiunto: «Sono contento che Giorgia abbia compreso il nostro approccio sulle migrazioni, se non conteniamo l’immigrazione irregolare rischiamo di vedere sulle nostre vie quello che vediamo in altri paesi. Non ci possono essere obblighi sui migranti e per questo stiamo pensando ad un referendum tra i nostri cittadini sulla risoluzione europea». Meloni ha sottolineato la vicinanza alla Polonia su tutti i dossier principali: «Abbiamo relazioni profonde e ci basta uno sguardo per sapere che la nostra sarà una posizione condivisa su tante materie. Abbiamo una identica posizione sull’Ucraina, saremo allineati anche al vertice Nato di Vilnius, dove puntiamo a garantire condizioni di sicurezza per l’Ucraina. Sull’Europa siamo d’accordo che l’autonomia anche strategica debba tornare centrale, il patto di stabilità e crescita deve andare a sostegno della crescita. Per noi la difesa dell’ambiente è la prima delle questioni, ma vanno tutelate la sostenibilità sociale e economica». Infine, il riferimento al tema più sensibile, quello dell’immigrazione: «Le migrazioni sono un tema molto discusso: la nostra posizione è sostanzialmente la stessa, vogliamo fermare immigrazione illegale. Finché l’Europa vorrà gestire l’immigrazione illegale quando arriva sul nostro territorio ci divideremo sempre, la migrazione va fermata prima che arrivi tra noi. Capisco perfettamente la posizione polacca in tema di immigrazione e asilo, soprattutto per nazioni che si stanno caricando il maggior peso dell’arrivo dei profughi ucraini. Lavoriamo sullo stesso obiettivo, fermare l’immigrazione illegale in Europa».


Il video integrale

Leggi anche: