Donne e contraccezione. Ne abbiamo parlato con Valentina Nappi

L’icona del mondo hard ha dato il suo parere sui recenti dati che parlano di crollo dell’uso della pillola e ha raccontato quali sono le regole nel porno

Le donne italiane ricorrono sempre meno all'utilizzo della pillola -secondo dati recentitra il 2010 e il 2016 le richieste sono calate dal 19% al 14% – e una volta eliminato questo contraccettivo sembra non ne cerchino altri. Ne abbiamo parlato conValentina Nappi, classe 1990, un'icona del mondo hard.

Donne e contraccezione. Ne abbiamo parlato con Valentina Nappi foto 1

Perché le donne usano di meno la pillola? E perché, invece di ripiegare su altre precauzionidecidonodi non proteggersi affatto?

«Una delle ragionipotrebbe avere a che fare con il riemergere della "cultura conservatrice". Le ragazze che vivono coi genitori hanno paura o imbarazzo a mostrare che fanno sesso. La pillola va presa tutti i giorni alla stessa ora, quindi se sei una ragazza che convive coi genitori (e magari si tratta di genitori che ti controllano) è difficile nascondere loro il fatto che la prendi.Il modello "dio-patria-famiglia"rafforza le convinzioni di questepersone. Un'altra ragione potrebbe essere il diffondersi di teorie antiscientifiche: si dice che la pillola non vada presa perché non sarebbe naturale. A volte anche persone apparentemente colte utilizzano questo fantomatico concetto di "naturale". Forse servirebbe una ri-educazione di massa».

È una tendenza diffusa anche nel mondo del porno?

«Certo, anche nel porno ci sono persone irresponsabili, ma in linea di massima c'è un po'più di consapevolezza su questi temi».

Secondo te quanto sono coscienti le giovani donnedei rischi che si corrono con il sesso non protetto? È una questione di lassismo o di ignoranza?

«L'informazione sui rischi esiste, arriva alle persone nella quasi totalità dei casi. Il punto è che si scontra, come ho detto, con una mentalità tradizionalista, con l'idea che il sesso debba essere trasgressione, quindi qualcosa di irrazionale, al pari dell'ubriacarsi o del drogarsi. E con una cultura antiscientifica».

Donne e contraccezione. Ne abbiamo parlato con Valentina Nappi foto 2

Ritorniamo al porno: come vi tutelate voi attrici? Pensi che il porno incida negativamente?

«Prendiamo praticamente tutte la pillola e facciamo tutti i test medici. Non esistono prove del fatto che i consumatori di porno utilizzanomeno il preservativo, anzi probabilmente è vero il contrario».

Leggi anche