Irlanda del Nord: due giovani di 18 e 19 anni fermati per l’omicidio della giornalista Lyra McKee

Da diversi giorni la città del “Bloody Sunday” è stata protagonista di rivolte scoppiate tra la polizia e diversi gruppi nazionalisti nel quartiere di Creggan. La reporter 29enne si trovava sul posto per seguire le manifestazioni. È stata uccisa da diversi colpi di arma da fuoco

La polizia nord irlandese ha annunciato l’arresto di due giovani di 18 e 19 anni che sarebbero coinvolti all'omicidio del giornalista Lyra McKee.La giovane giornalista e attivista LGBTQ+è stata uccisa a Derry – città che ha fatto da sfondo alBloody Sunday del 1972 – nel corso di una sparatoria durante gli scontri tra polizia e dimostranti, apparentemente collegati a gruppi di dissidenti repubblicani. La polizia sta trattando l'evento come un attentato terroristico.


La ricostruzione della sparatoria a Derry

A Derry, Lyra McKee è rimastavittima di colpi di arma da fuoco.Le autorità lo hanno definito un attentato terroristico.«Tristemente posso confermare che in seguito ai colpi sparati questa notte a Creggan, una donna di 29 anni è stata uccisa. Stiamo trattando l'episodio come un incidente terroristico e abbiamo avviato un'indagine per terrorismo», ha dichiarato il vicecommissarioMark Hamilton in una nota diffusa via Twitter.

https://twitter.com/statuses/1119023697594068992

Lyra McKee, una reporter di Belfast, si trovava sul luogo per seguire le proteste scoppiate nella notte di giovedì 18 aprile. La29enne è mortapoco dopo essere stata portata in ospedale.La rivolta sarebbe scoppiata dopo la perlustrazione effettuata dalla polizia in una casa a Creggan, un quartiere nazionalista della città.

A gennaiola detonazione di una grande autobomba fuori da un palazzo di giustizia a Londonderry ha fatto riemergerela minaccia rappresentata dai gruppi contrari all'accordo dipace raggiunto nel 1998. Un documentoche ha messo fine, in gran parte, a tre decenni di violenze nella provincia britannica.

Secondo la polizia tra i responsabili ci sarebbe il gruppo chiamato New Ira, ritenuto responsabile del riaccendersi della violenza negli ultimi mesi. Una violenza che secondo gli investigatoripotrebbe essere frutto della complicata situazione politica legata alla Brexit. Con l'uscita del Regno Unito dalla Ue, tra Irlanda del Nord ed Eire si potrebbe tornare ad avere un confine controllato e armato.

Foto copertina: AP | Lyra McKee, la giornalista 29enne uccisa durante gliscontri a Derry

Leggi anche