Finlandia, crescono i verdi, i sovranisti non sfondano

In Finlandia è finito il conteggio dei voti. Primo il Partito di Coalizione Nazionale, i populisti di destra soltanto quarti

Ore 02:00 – Il commento su un quotidiano di Helsinki: «Le elezioni europee comporteranno un dibattito più duro sul cambiamento climatico», un riferimento al fatto che il partito dei Verdi è arrivato secondo nel Paese.

Ore 00:20 – Il leader dei Verdi finlandesi Pekka Haavisto ha commentato il risultato delle elezioni congratulandosi anche con la squadra di Hockey sul ghiaccio canadese i Lions: «Questa sera hanno avuto luogo due grandi vittorie: la vittoria dei Lions in Canada e la vittoria dei Verdi nele elezioni europee».

Ore 22:20 – Pubblicati i risultati definitivi. Il Partito di Coalizione Nazionale (centro destra) è arrivato primo con circa il 20,8 percento del voto. Classificati secondi invece il partito dei verdi, con il 16 percento delle preferenze. Terzo il Partito socialdemocratico finlandese con il 14,6 percento del voto. Quarti invece gli alleati di Salvini, del partito dei Finlandesi, che si aggiudicano 2 seggi.

Sono tredici gli eurodeputati della Finlandia. Nelle elezioni del 2014 il Partito di coalizione nazionale (Ppe) era arrivato primo con 3 seggi, al pari merito con il Partito di centro finlandese (Alde) con 3 seggi. Terzi invece i Veri Finlandesi (Ecr), con due seggi. Con due seggi anche il Partito social democratico e all’ultimo posto, con un seggio, la Lega Verde. Rispetto al 2014 quindi le preferenze dei finlandesi non sono cambiate radicalmente, ma si registrano alcune novità, come il balzo in avanti del Partito dei Verdi.

Ore 22:00 – Inizia il nostro live-blog sulle elezioni europee.

Da sapere: