Jay-Z, il primo rapper a diventare miliardario, secondo Forbes

Icona della moda, magnate della musica streaming, proprietario di una società sportiva, azionista di Uber, collezionista d’arte e marito della star del pop Beyoncè.

Jay-Z, nato e cresciuto nei sobborghi di Brooklyn, diventa – secondo la rivista Forbes – il primo rapper miliardario della storia, con un patrimonio che si aggira intorno al miliardo tondo di dollari, senza contare che quello di sua moglie si aggira sui 335 milioni di dollari, non poco.

«Non sono un uomo d’affari. Sono l’affare, amico!» aveva sentenziato in un’intervista. E sembra che mai dichiarazione fu più appropriata. Nello specifico la Shawn Carter, cioè la società che gestisce il giro d’affari del rapper, possiede:

  • una partecipazione da 70 milioni di dollari in Uber
  • l’intera proprietà del servizio di streaming Tidal
  • una collezione d’arte privata del valore di 70 milioni di dollari
  • la proprietà della società sportiva Roc Nation
  • 50 milioni di dollari di proprietà immobiliari

È diventato famoso nel 1996 con il suo album di debutto Reasonable Doubt. Il suo sesto album, The Blueprint del 2001, è stato aggiunto al National Recording Registry della Library of Congress – riservato agli album che sono “culturalmente, storicamente o esteticamente significativi” – all’inizio di quest’anno.

Inoltre è stato coinvolto più volte nella vita politica americana, come per la campagna elettorale prima di Barack Obama e poi di Hillary Clinton e nel lancio di un’organizzazione di riforma carceraria con il collega rapper Meek Mill, quest’anno.

Leggi anche: