Neonazista francese minaccia una «carneficina» di ebrei sui social media. Arrestato

È un ragazzo di 30 anni, noto per la sua «permeabilità alle idee neonaziste»

Sventato un possibile attentato terroristico in Francia, dove un trentenne è stato arrestato dopo aver minacciato sui social media una «carneficina» alla cena del Crif, il Consiglio rappresentativo degli ebrei di Francia, a Marsiglia.

L’arresto risale al 29 maggio scorso e l’uomo, un giovane di 30 anni, non era noto «sul piano penale ma per la sua permeabilità ad idee di estrema destra, se non neonaziste», stando a quanto ha detto all’agenzia France Press il procuratore di Aix-en-Provence.

Sono stati i suoi messaggi sui social media ad avere attirato l’attenzione delle forze dell’ordine, ma nella sua casa sono state trovate delle armi e dei documenti falsi, oltre a bandiere e libri di stampo nazista.

Alla cena avrebbe dovuto partecipare anche il ministro dell’Interno, Cristophe Castaner. Il giovane, di cui non si conosce l’identità, è indagato per minacce di morte e detenzione illegale di armi e munizioni.

Non si tratta di un episodio isolato. Il 2018 ha visto crescere gli episodi di antisemitismo nel Paese del 74%, rispetto al 2017. Un dato allarmante, soprattutto se ti tiene conto che già nel 2014-2015 gli episodi di violenza erano saliti a oltre quota 800 in un solo anno.

Leggi anche