Di Battista al ministero degli Esteri. La Lega lasciata da sola contro l’Europa. Le ipotesi de «Il Giornale»

Il quotidiano della famiglia berlusconi spiega quali potrebbero essere le prossime mosse di Luigi Di Maio

Nessuna comunicazione ufficiale. Nessuna presa di posizione netta. Eppure, secondo il giornalista Domenico Di Sanzo de Il Giornale, qualcosa si sta muovendo tra le fila del Movimento Cinque Stelle. È lui, in un retroscena, a spiegare quale potrebbe essere la tattica dei pentastellati. Una strategia in due capitoli: «Mandare avanti Matteo Salvini sulla flat tax sperando in uno scontro contro l’Europa, quindi aspettare sul fiume che passi il cadavere dell’alleato».

Stare nell’ombra quindi. Per mandare Salvini allo scontro contro l’Europa. E aspettare che la Lega naufraghi per la flat tax. Sempre Di Sanzo spiega anche che Luigi Di Maio non deve fare i conti solo la fronda interna del partito ma anche con Davide Casaleggio, da tempo «infastidito dalla “romanizzazione dei barbari” che avrebbero dovuto aprire il Parlamento come una scatoletta di tonno».

Un’altra giornalista de Il Giornale, Laura Cesaretti, analizza un altro scenario: il rimpasto di governo. Secondo la notista politica l’idea di Di Maio è quella di puntare su un giro di poltrone, sacrificando alcuni posti chiave pur di mantenere salda l’alleanza con la Lega. È lei che parla addirittura di un ruolo per Alessandro Di Battista. L’idea che starebbe valutando Di Maio è quella di offrirgli un posto come vice ministro degli Esteri, ora occupato da Manlio Di Stefano.

Leggi anche: