E se fosse successo a due persone qualunque? Star e giustizia all’italiana

di OPEN

Dall’arresto alle ospitate tv, come la vicenda di Marco Carta ha preso una piega grottesca

Due persone – un uomo e una donna – entrano in un grande magazzino di prestigio. Al reparto abbigliamento lui si prova alcune magliette nel camerino. Le magliette poi spariscono. I due vengono bloccati all’uscita, e le magliette vengono ritrovate nella borsa di lei.

Lei farà da capro espiatorio perché è solo una fan di lui, e lui potrà dire che non ne sapeva niente. Ma se non fosse un cantante famoso, e vincitore del festival di Sanremo, non gli crederebbe nessuno.

Invece, come sempre in Italia, finisce in ospitate tv infinite – con opinionisti assortiti – e parodie di inchieste giornalistiche per ricostruire quel che potrebbe essere successo.

Tutti lo sanno, un testimone lo racconta, ma si finge che la storia sia enigmatica, controversa, per andare avanti con altre mille puntate, per tutelare la star, e chissenefrega del resto (indagata compresa). Carta canta, verità dorme.

Leggi anche: