Juve, il sogno Pogba e l’aiuto dello sponsor. Il Real si defila

Continuano i mal di pancia del francese allo United. Servono 150 milioni di euro, c’è una strategia. Mentre il Madrid va su Van De Beek

Il Manchester United fa catenaccio, ma la volontà di Pogba di uscire dalla gabbia dorata si è librata come un uccello in volo. Il richiamo è forte e la Juventus si mostra particolarmente sensibile. Premessa scontata, quanto necessaria: il budget bianconero è alto, c’è la volontà di lanciare una nuova crociata per vincere la Champions, ma i primi (e tanti) soldini verranno investiti su De Ligt. Pogba resta un discorso aperto. Per ora un sogno quasi impossibile. E su quel “quasi” si muove la strategia bianconera.

Raiola, casa madre e sponsor

La prima leva da muovere, e che in realtà lo fa sempre in autonomia, è Mino Raiola. Il super agente di Pogba ha già recepito la volontà del calciatore di lasciare Manchester. Per ora nessuno scontro con la dirigenza Rossa, ma il mal di pancia, coperto dalla Pogbance postata su instagram, comincia a procurare i primi borbottii. E rischia di diventare assordante.

Visualizza questo post su Instagram

La Pogbance part 2 ! Enjaillement 💯

Un post condiviso da Paul Labile Pogba (@paulpogba) in data:

Lo United fa orecchie da mercante, pur sapendo che presto dovrà agitare tra le mani la patata bollente. Per ora c’è un “No” secco all’idea di sedersi al tavolo delle trattative; posizione manifestata esibendo, a mo’ di “intimidazione mercatara”, il prezzo di Pogba: 150 milioni di euro. Uno sproposito impareggiabile. Inarrivabile. A meno che non intervenga uno sceicco, una superpotenza. O una multinazionale come Adidas, lo sponsor che accomuna Pogba e la Juventus.

Ansa / La coreografia dei tifosi curva sud allo Juventus Stadium

Secondo il “Corriere dello Sport” – voce che gira già da inizio gennaio nei corridoi del mercato – potrebbe essere proprio l’azienda tedesca a spalleggiare l’acquisto di Pogba, incrementando il proprio investimento sul brand Juventus (oggi circa 50 milioni a stagione fino al 2027). Adidas è anche main sponsor, con contributo miliardario, del Real Madrid che, però, si è stancato e non poco dell’atteggiamento dello United.

Ansa / Donny Van De Beek esulta dopo un gol nell’ultima edizione della Champions League

Il Real si defila e va su Van de Beek

Zidane ha, quindi, individuato l’alternativa. Che non è un piano B, chiamiamolo “A bis”. Si chiama Donny Van De Beek, 22 anni, giovane e forte: non può che essere, dunque, un tesserato dell’Ajax che ha brillato in Champions e spedito proprio il Real, tricampione in carica, fuori dalla manifestazione.

Van De Beek in persona ha eliminato la Juventus di Cristiano Ronaldo. Forte, fisico, tecnico e con grande capacità di verticalizzare, è valutato sui 70 milioni di euro. La metà di Pogba. Il Real ci pensa seriamente. Così come il “Polpo” è nei pensieri quasi impossibili della Juve. Quasi, appunto.

Foto di copertina / Ansa

Leggi anche: