«Cosa c’entra il Pd con Bibbiano?». Fiano interroga la leghista in tv: la risposta è una gaffe – Il video

La leghista tira in ballo l’inchiesta di Reggio Emilia nel dibattito, ma non sembra avere chiare le accuse al sindaco Carletti

Che il Pd stia passando momenti difficili per il coinvolgimento del sindaco di Bibbiano nell’inchiesta “Angeli e Demoni” è cosa nota. Non manca giorno che parlamentari dei partiti di governo ricordino al partito d’opposizione di avere un esponente indagato nell’inchiesta.

L’ultimo scontro ha visto opposti il dem Emanuele Fiano e la leghista Isabella Tovaglieri, . I due hanno avuto un’accesa discussione nel corso della trasmissione Coffee Break condotta da Andrea Pancani: «Mi sarebbe piaciuto anche una commissione d’inchiesta parlamentare sui fatti di Bibbiano», ha detto Tovaglieri. «Ma cosa c’entra il PD con Bibbiano?», ha risposto Fiano.

La leghista sembra non dare ascolto alle richieste di precisazioni di Fiano, mettendo sul tavolo le accuse delle opposizioni alla Lega sul caso Russia. Fiano incalza: «Mi dice per quale reato è indagato il sindaco di Bibbiano? Mi può dire il reato?».

Dopo qualche tentennamento, Tovaglieri risponde: «Un reato per cui evidentemente la magistratura ha ritenuto di aprire un fascicolo e un’indagine penale nei confronti del sindaco, sicuramente un favoreggiamento o una collaborazione».

Il sindaco Andrea Carletti, però, al momento non è indagato per favoreggiamento o collaborazione con la onlus accusata di manipolare i bambini per allontanarli dalle famiglie. Le accuse a suo carico sono legate alle funzioni e all’attivitá amministrativa svolta dal sindaco, riguardante l’abuso di ufficio e il falso ideologico.

Tovaglieri ha anche detto che «non è inquisito solo il sindaco ma anche il vicesindaco e una serie di amministratori locali che sono stati scelti dal PD». Nemmeno questo è vero: da quanto si sa, solo il sindaco (autosospeso dal partito) appartiene al gruppo Dem.

Leggi anche:

Foto credits: La7