Sgombero di Primavalle, il dono di 60 benefattori al «bambino con i libri»

Hanno raccolto in tutto 3mila euro con cui aiuteranno il bambino a sostenere le spese per gli studi

Rayane ha 11 anni. Durante lo sgombero dell’ex scuola di Primavalle, avvenuto nel quartiere di Roma lo scorso 14 luglio, ha perso la casa dove abitava. Oltrepassando per l’ultima volta la porta d’ingresso, Rayane ha portato con sé una piccola pila di libri, diventando il simbolo dell’emergenza abitativa nella Capitale.

Ma da quella vicenda il ragazzino originario del Marocco potrà conservare anche qualcosa di positivo: dopo il regalo di 10 libri da parte dalla Fondazione Luigi Einaudi, altri 60 benefattori si sono fatti avanti per pagare il suo percorso scolastico.

A lanciare la raccolta fondi è stata l’associazione «Famiglie Accoglienti» di Bologna, volta a promuovere l’ospitalità per i migranti. Dal 26 al 30 luglio, l’associazione ha messo insieme quasi 3mila euro provenienti da 60 donatori. La cifra media di donazione è stata intorno ai 20 euro, ma qualcuno di loro ha donato anche cifre intorno ai 500.

ANSA | Sgombero del palazzo occupato in via Cardinal Capranica, Primavalle, Roma

«Rayane vuole studiare, ha promesso alla sua professoressa di matematica di laurearsi», ha spiegato al Corriere della Sera il professor Fabrizio Tonello di «Famiglie Accoglienti». «Abbiamo lanciato questa campagna di sostegno per permettergli di continuare gli studi. Oggi ma anche domani: alle medie, alle superiori, all’università. Rayane, come tutti i bambini stranieri o rom, ha diritto di studiare»

Ora i fondi verranno consegnati all’associazione «Nonna Roma», che si occuperà di fornire supporto economico sia a Rayane che agli altri bambini vittima dello sgombero: «Useremo i fondi anche per gli altri bambini sgomberati a Primavalle – ha continuato Tonello – oggi dispersi in varie sistemazioni di fortuna a decine di chilometri da quella che era stata per vent’anni la loro casa».

Leggi anche: