Castel Volturno, gavettoni contro Salvini, l’ironia del carabiniere: «Almeno mirate bene»

Contestazioni contro il ministro dell’Interno prima del Comitato nazionale per l’ordine e la sicurezza pubblica

Contestazioni e lancio di gavettoni all’indirizzo di Matteo Salvini a Castel Volturno dove il ministro dell’Interno si è recato per un Comitato nazionale per l’ordine e la sicurezza pubblica.

Ma a far scalpore, più delle frasi urlate dai manifestanti sono le parole di un carabiniere carpite da una telecamera di localteam.it. Rivolto ai manifestanti il militare dice: «Basta, almeno mirate bene!».

Al vertice, presieduto dallo stesso Salvini, e svoltosi alla Scuola Carabinieri, erano presenti le massime autorità delle forze di polizia italiane oltre i vertici della protezione civile, vigili del fuoco ed altre strutture centrali pubbliche di soccorso.

Un manifestante che aveva esposto un cartello contro il vicepremier è stato fermato e portato negli uffici della Polizia di Stato, adiacenti alla Scuola. Anche prima dell’arrivo di Salvini i contestatori avevano inveito all’indirizzo dello stesso ministro dell’Interno con cori come «Traditore, Traditore», con evidente riferimento al suo ruolo di protagonista della crisi di governo.

Su un terrazzo è stato esposto uno striscione con la scritta: «Mattè a Marron ha ditt ca si ‘nguaiat» (Matteo, ha detto la Madonna che sei inguaiato). Anche in questo caso il rifermento è agli ultimi sviluppi della crisi di governo.

Leggi anche: